I pneumatici Trelleborg alla prova del campo

Cambio gomme.
Il Road Show europeo ha preso il via a Trecasali (Pr). Per dimostrare come produrre di più con meno

Un evento itinerante europeo che ha avuto come tappa d’esordio proprio l’Italia. Il Trelleborg Road Show ha infatti debuttato a Trecasali (Pr) per poi proseguire in altri sei paesi: Austria, Svezia, Polonia, Francia, Spagna e Regno Unito.

«Questo evento ha lo scopo di mostrare come si possono migliorare le operazioni agricole,
ottimizzando i costi di esercizio, attraverso le soluzioni Trelleborg – ha detto a Trecasali il Country Manager Italia e Grecia della Business Unit Pneumatici agricoli e forestali di Trelleborg Paolo Fogagnolo –. In Trelleborg siamo convinti che un ottimo prodotto non sia sufficiente se non lo si usa nel modo corretto. E Trelleborg ha gli uomini giusti in questo senso. Oggi faremo vedere in particolare i benefici del ricorso a due app di recente lancio, la Tire Efficiency e la Tlc (Trelleborg Load Calculator). Queste due app hanno obiettivi comuni: aumentare la produttività, diminuire i costi e i tempi di lavorazione, ridurre la manutenzione e l’impatto sull’ambiente».

La giornata è stata articolata in due prove: nella prima è stata dimostrata l’efficacia della PT (Progressive Traction) di Trelleborg, facendo lavorare un Massey Ferguson MF 6613, 200 cavalli, 4 cilindri, trasmissione Dyna-6, attrezzato con l’erpice Pinocchio di Maschio Gaspardo ed equipaggiato prima con pneumatici TM 700 (520/70 R38 dietro e 420/70 R28 davanti) normali e successivamente con gli stessi pneumatici, ma in versione PT. Per il confronto sono stati misurati forza di trazione e consumo. Nella seconda prova, invece, hanno lavorato in contemporanea due trattori Massey Ferguson MF 8737 identici (400 cv di potenza), attrezzati con l’erpice Artiglio Magnum della Maschio ed equipaggiati con pneumatici TM 1000 High Power (IF 710/75 R42 dietro e 650/60 R34 davanti), il primo a pressione convenzionale (1,8 bar) e il secondo a pressione calcolata con il Tlc (0,8 bar). Per il confronto sono stati misurati il tempo di lavorazione e il consumo di gasolio.

Nella prima prova a una pressione di 1,2 bar il trattore con pneumatici normali ha erpicato 200 m a una velocità media di 4,81 km/h per un consumo specifico di 0,34 l/kWh, mentre il trattore con pneumatici PT ha lavorato lo stesso tratto a una velocità media di 5,11 km/h per un consumo specifico di 0,28 l/kWh. Inoltre, con la PT si è ottenuta una forza di trazione di 4.800 daN, il che significa – hanno riferito i responsabili Trelleborg – un 10% di vantaggio grazie alla PT rispetto a un pneumatico tradizionale e fino a un +50% rispetto a un penumatico della concorrenza. La potenza media usata è stata di 64 cavalli, con un risparmio quantificabile in 4-5 €/ha che si traducono in 1.500 € su 200 ettari lavorati (considerando ovviamente altri costi), superficie tranquillamente raggiungibile da un contoterzista.

Nella seconda prova, partendo da 3,5 litri di gasolio il trattore con pneumatici gonfiati alla pressione calcolata dalla Tlc ha erpicato un tratto di 200 m in 2 minuti e 10 secondi contro i 2 minuti e 15 secondi del trattore omologo, consumando 0,8 l in meno, per cui calcolando un costo del gasolio di 0,7 €/l e inputando anche i costi dell’operatore e altri costi – hanno spiegato i responsabili Trelleborg – si può stimare un risparmio di quasi 2.200 € su 200 ettari.

Francesco Bartolozzi

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome