Pöttinger, tutte le novità per il 2023

Al Sima di Parigi e all'Eima di Bologna il brand austriaco ha presentato significativi aggiornamenti di prodotto e di gamma

Come sempre ricca la proposta di novità da parte di Pöttinger in occasione del Sima prima e di Eima International poi. Partiamo dal settore lavorazione e semina, dove si registrano quattro nuovi prodotti.

Il primo riguarda il coltivatore di stoppie semiportato Terria con impianto di concimazione e tramoggia frontale Amico F. In pratica, Pöttinger ha unito il coltivatore con una tramoggia anteriore per risparmiare risorse, in quanto le fasi di lavorazione del terreno e in contemporanea di applicazione del fertilizzante possono ora essere completate in un unico passaggio. Lo scopo di questa combinazione è quindi quello di dissodare il terreno e allo stesso tempo applicare il concime, che può essere reso disponibile al meglio per la coltura mediante posizionamento diretto nel terreno.

Terria 6030 con Fertilizer e tramoggia Amico F

Il Terria con Fertilizer può essere utilizzato sia per la coltivazione delle stoppie sia per i lavori di dissodamento profondo. La grande distanza tra le file dei coltivatori ne consente un impiego sicuro anche in presenza di quantità elevate di massa organica. L'interramento di residui colturali ed erba avviene tramite differenti tipi di vomeri ed è possibile anche con alette – la scarpetta per il concime può essere lasciata sempre montata.

È possibile impostare 3 differenti profondità di deposizione:

  • superiore: il seme viene mescolato nello strato superiore del terreno, tra 0 e 5 cm, e il punto di deposizione si trova molto vicino alla parte posteriore dell'asta (tipico impiego in primavera durante la preparazione del letto di semina);
  • misto: con un'impostazione su 50% di deposizione superiore e 50% di deposizione inferiore, la collocazione del seme avviene sia in superficie sia nei pressi della suola del coltro e la distribuzione del fertilizzante avviene lungo tutta la profondità di lavoro (tipico impiego la lavorazione primaria del suolo in autunno con profondità di lavoro a partire da 15 cm);
  • inferiore: 100% di deposizione inferiore del fertilizzante, con il punto di deposizione che si trova nei pressi della suola del coltro, per cui è possibile depositare il fertilizzante nello strato inferiore del terreno, fino a 35 cm di profondità.

 

La tramoggia Amico F esposta allEima di Bologna

 

Per quanto riguarda la tramoggia frontale Amico F, Isobus compatibile, con una capacità di 1.700 o 2.400 litri e una ripartizione del contenitore 60:40, garantisce un ampio spettro d'impiego. La deposizione dei prodotti avviene con metodo Single Shoot con sistema di dosaggio a pressione.

 

 

 

 

 

Aerosem VT 6000 DD

Passando alla semina, si segnala innanzitutto il modello Aerosem VT 6000 DD con cui la larghezza di lavoro di questa gamma arriva a 6 metri. Rispetto al modello da 5 metri, la larghezza in trasporto rimane invariata (3 m), mentre cambiano l'altezza in fase di trasporto (3,4 m anziché 2,9 m), la potenza richiesta (280-500 cv), il numero di file (48 vs 40), i rulli packer (12 vs 10), la capacità della tramoggia (4.600 l vs 2.800 l) e la dimensione dei denti (18 x 340 mm vs 15 x 330 mm).

Terrasem V 8000

Anche le seminatrici trainate Terrasem per la semina su pacciamatura vedono l'ingresso di due nuovi modelli, V 8000 e V 9000, con larghezze di lavoro rispettivamente di 8 e 9 metri. Le nuove Terrasem possono essere equipaggiate su misura a seconda delle condizioni in cui operano. Una nuova configurazione di tutti gli attrezzi per la lavorazione del terreno garantisce che la macchina funzioni in modo efficiente e al 100% in linea retta: l'erpice a dischi, i coltri per il concime (modelli D e Z) e i coltri per i semi Dual Disc sono montati in una configurazione a X. Questi due modelli sono dotati di serie di due sistemi di dosaggio e hanno una capacità della tramoggia di semina di 5.600 litri. Sono possibili velocità di semina da 1,5 kg a 420 kg a 12 km/h. Infine, è possibile variare tra l'applicazione di seme, seme con fertilizzante, due diverse tipologie di semi e componenti aggiuntivi come microgranuli o coltura complementare utilizzando i modelli Terrasem Z con Fertilizer.

Novacat V 10000

Cambiamo settore e passiamo alla fienagione. La prima novità si chiama Novacat V 10000, ovvero la nuova falciatrice combinata disponibile con un attacco per falciatrici frontali da 3,0 m o 3,5 m che rende possibili larghezze di lavoro di 9,62 m o 10,02 m.

Come il predecessore Novacat A10, viene impiegata in combinazione frontale/posteriore e, grazie ai suoi aggiornamenti elettronici e idraulici, è adattabile e facile da usare. Come novità la Novacat V 10000 è dotata di serie del comando a preselezione Select, Isobus compatibile. La centralina è montata direttamente sulla macchina. Tutte le funzioni sono preselezionabili e comandabili in seguito tramite il distributore idraulico del trattore. Il sollevamento delle barre falcianti è comandabile singolarmente con una funzione automatica. Sono idraulici anche il ribaltamento delle protezioni laterali (su richiesta), la regolazione della larghezza di lavoro e il sistema di bloccaggio per il trasporto su strada.

La seconda possibilità di comando, disponibile su richiesta, è il comando elettronico Comfort Isobus compatibile. Con questo comando vengono comandate tutte le funzioni di cui sopra (ribaltamento singolo delle barre falcianti, regolazione della larghezza di lavoro, ribaltamento dei teli di protezione e il dispositivo di sicurezza per il trasporto su strada.
Nuova in questo settore è l'attivazione di serie di Section Control da parte della centralina. In combinazione con terminali Isobus certificati Aef TC-SC (Task Controller Section Control) e con Pöttinger Connect, le singole unità falcianti vengono sollevate e abbassate automaticamente a fine campo in base alla posizione Gps.
Un'ulteriore novità è l'automatismo dell'inclinazione, disponibile su richiesta.

Mergento VT 9220

Seconda novità riguarda l'ingresso del brand austriaco nel segmento dei ranghinatori a nastro con il modello semiportato Mergento VT 9220 (con una larghezza di lavoro di 9,20 m con deposito di un'andana centrale e di 8,70 m con deposito di un'andana laterale), ideato per impieghi con erba medica, trifoglio e con le colture più svariate, da prati stabili a paglia.

Mergento raccoglie il foraggio dal terreno con il pick-up. Sporcizia e sassi restano sul terreno. Senza ulteriore contatto con il terreno, il foraggio viene trasportato delicatamente verso l'andana tramite i nastri trasportatori trasversali e depositato lì. Soprattutto con foraggio secco e ricco di foglie Mergento riduce al minimo le perdite per sbriciolamento, poiché il foraggio non viene trascinato sul terreno. Ne deriva un foraggio più energetico, maggiori proteine grezze e una presenza ridotta di ceneri grezze nel foraggio.

Il cuore di Mergento è rappresentato dall'unità di convogliamento. Il sistema perfettamente coordinato garantisce un flusso uniforme del foraggio e andane perfettamente formate, anche con foraggio corto. È costituita da pick-up, deflettore in lamiera con rullo e nastro trasportatore trasversale.

Jumbo 8450

Chiudiamo il segmento fienagione con il nuovo carro autocaricante Jumbo 8000 che taglia il foraggio più corto di quasi il 30%.  Allo stato tecnologico attuale per le insilatrici è possibile una lunghezza di taglio teorica minima di 34 mm. Grazie al nuovo sistema di trasmissione, al rotore e al gruppo di taglio con 65 coltelli e una lunghezza di taglio teorica di 25 mm, con Jumbo 8000 è possibile una lunghezza di taglio più corta di quasi il 30%. Ciò significa una qualità ancora maggiore del foraggio, senza perdere prestazione di carico.

Un altro vantaggio redditizio del taglio corto secondo Pöttinger è la densità di carico maggiore del 10% rispetto a un carro autocaricante con una lunghezza di taglio di 34 mm. Con la possibile maggiore capacità di carico si raggiunge così una redditività più elevata. Il foraggio tagliato più corto si ripercuote positivamente anche sulla capacità di compressione nel silo. Qui è possibile ridurre l'impegno di macchine e di personale per comprimere e distribuire il foraggio nel silo.


ROTOCARE E FLEXCARE

Pöttinger inserisce nella sua gamma di prodotti anche le macchine per la protezione meccanica delle colture, per consentire una coltivazione sostenibile e specifica in base alla posizione geografica e alla tipologia di azienda. Con il rompicrosta Rotocare e la sarchiatrice Flexcare è possibile effettuare interventi meccanici di protezione delle colture in modo efficace e delicato per le colture stesse.

Rotocare V 8000

Parametri del ROTOCARE regolabili

Tramite le ruote per la guida in profondità e la posizione flottante dei bracci inferiori del trattore è possibile garantire un adattamento ottimale al terreno. Tramite la posizione del 3° punto è possibile regolare l'intensità di lavorazione e la pressione delle stelle rompicrosta.

Con le stelle rompicrosta indipendenti dalle file le infestanti vengono sradicate dal terreno e depositate in superficie già nello stadio filiforme, di germinazione e di prima foglia. Le infestanti indesiderate si seccano. Inoltre vengono completamente ricoperte di terra. Un ulteriore effetto positivo è costituito dalla frantumazione delle incrostazioni. La stella rompicrosta, con la sua penetrazione precisa, garantisce la frantumazione meccanica del terreno superficiale. Così il terreno viene areato, si migliora l'assorbimento idrico e si stimola la mineralizzazione.

Con velocità di lavoro da 10 a 30 km/h e larghezze di lavoro da 6,6 m fino a 12,4 m in tempi brevi si raggiunge la massima resa per superficie.

Flexcare V 6200

Impiego flessibile con la FLEXCARE

Molte regolazioni sono effettuabili senza bisogno di utensili. Differenti vomeri a piede d'oca, coltelli ad angolo e attrezzi di trascinamento consentono l'adattamento alle condizioni del terreno presenti. Vari sistemi di guida garantiscono un risultato di lavoro ottimale.

Con l'aiuto della sarchiatrice Flexcare è possibile raggiungere vari effetti lavorativi. Con l'incisione del terreno la massa fogliare viene separata completamente dalla massa radicale. Così si interrompe la crescita della pianta, perché la massa radicale muore e la massa fogliare si secca. Con la ricopertura l'infestante viene ricoperta di terra, impedendo così la fotosintesi a causa della mancanza di luce solare.

Con Flexcare sono possibili larghezze delle file da 25 cm a 160 cm. A seconda della larghezza del telaio è possibile scegliere liberamente il numero di elementi sarchianti. Su un portaattrezzi si possono montare fino a 5 elementi sarchianti – la disposizione si può scegliere a piacere. Inoltre è possibile montare come attrezzi di trascinamento dischi di protezione con dentatura larga, nonché sarchiatori con elementi a dita.

Un telaio traslatore idraulico integrato è di serie e garantisce un comfort elevato per l'operatore, pur mantenendo invariata la precisione. Grazie al continuo adattamento del telaio alla fila si evitano danneggiamenti e perdite per le piante, compensando le imprecisioni delle piante. Ne deriva una zona stretta di sarchiatura.

L'anno scorso Pöttinger ha cominciato una collaborazione di successo con la CFS Cross Farm Solution di Stoitzendorf (Austria) proprio per la produzione di macchine il controllo meccanico delle infestanti. L'elevato successo delle macchine sul mercato e il conseguente aumento delle vendite hanno reso necessario un investimento per ampliare lo stabilimento. Così il 25 ottobre 2022 lo stabilimento ampliato è stato inaugurato.

L'ampliamento dello stabilimento è stato ultimato nel tempo record di soli 8 mesi. Oltre a un'ulteriore areale di 1.750 m² per il montaggio, sono stati costruiti anche 600 m² per uffici e spazi comuni. Con un investimento di 4,5 milioni di euro sono stati creati posti di lavoro moderni ed ergonomici. Qui ora lavorano complessivamente 30 dipendenti di Pöttinger e CFS.

Oltre ai due stabilimenti di Grieskirchen e St. Georgen per il montaggio di macchine per la fienagione, quello di Stoitzendorf costituisce il terzo stabilimento in Austria. Inoltre, rappresenta anche il terzo stabilimento per il montaggio di macchine per la coltivazione del suolo, oltre a quello di Vodnany per la lavorazione del terreno ed a quello di Bernburg, centro strategico di riferimento per la tecnica di semina.

Pöttinger, tutte le novità per il 2023 - Ultima modifica: 2022-11-24T12:30:46+01:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome