Massey Ferguson, ritorno al futuro

Con il trattore concept “MF Next” il brand di Agco ha rivelato ad Agritechnica 2019 la sua visione per i prossimi anni

Massey Ferguson ha rivelato la sua visione del futuro ai visitatori di Agritechnica 2019, presentando il suo trattore concetto, l’MF Next. Differente non solo nell’aspetto, ma unico – con un accattivante sguardo al futuro verso cui i performanti trattori Massey Ferguson potrebbero essere diretti.

Massey Ferguson, nella scelta di livrea e stile, ha voluto fare un tributo al 50esimo anniversario del primo uomo sulla luna. Considerata all’epoca una missione praticamente irrealizzabile, questa impresa incredibile fu resa possibile da un team di pionieri che realizzò l’impossibile.

Thierry Liotte

«Con l’atterraggio sulla luna, 50 anni fa, l’umanità ha cambiato la sua percezione di ciò che è possibile e di ciò che non lo è – ha detto Thierry Lhotte, vicepresidente e direttore generale di Massey Ferguson Europa e Medio Oriente –. Quel piccolo passo sulla luna, superando una sfida apparentemente insormontabile, ha scatenato una nuova era di pensiero più potente e diverso. Con l’MF Next Concept, Massey Ferguson presenta il suo dinamico design del futuro. Si tratta di un concetto che incarna il Dna di Massey Ferguson e la sua visione di rendere la tecnologia dei trattori disponibile, facile da usare e accessibile alla maggior parte degli agricoltori del mondo».

Autonomia in crescita

Francesco Murro

Massey Ferguson sa che il livello tecnologico nelle attività agricole è in crescita. La richiesta di veicoli con un livello di autonomia più o meno avanzato va progressivamente aumentando. «Massey Ferguson sfrutterà le opportunità offerte dalle attuali nuove tecnologie per rendere i suoi prodotti più performanti, intuitivi e più facili da usare, al fine di aumentare produttività ed efficienza, rendendoli accessibili alla maggior parte degli agricoltori nel mondo – ha aggiunto Francesco Murro, direttore Marketing di Massey Ferguson Europa e Medio Oriente –. L’MF Next Concept mostra come Massey Ferguson intende dare forma a questo futuro».

Il prossimo livello di specifiche dell’MF Next renderà la connettività e l’agricoltura di precisione accessibile a tutti gli agricoltori, aiutandoli ad affrontare le esigenze e le condizioni future dell’agricoltura. Con la sua dotazione tecnologica a bordo, l’MF Next semplifica il controllo delle attrezzature e della modulazione degli input che ricopriranno un ruolo sempre più importante nel futuro dell’agricoltura profittevole e sostenibile. Il prossimo livello di connettività dell’MF Next includerà una scansione on-board delle colture, che renderà disponibili i dati essenziali per le regolazioni delle applicazioni in tempo reale, durante l’intera stagione di crescita.

Sensori e videocamere saranno installati sul cofano e sul tetto della cabina del trattore MF Next. Capace di scansionare il suolo e il raccolto in tempo reale, questi saranno integrati a una nuova generazione di sistemi di agricoltura di precisione, aggiungendo ulteriori benefici a quelli oggi disponibili grazie alle esistenti tecnologie MF Smart Farming di Agco Fuse. I sensori monitoreranno i parametri relativi al suolo e al raccolto come i livelli di umidità e di materia organica. Controlleranno anche se ci sono carenze di nutrienti e, in tempo reale, saranno prese decisioni agronomiche. MF Rate and Section Control impiegheranno queste informazioni per regolare automaticamente i valori delle applicazioni e le impostazioni degli strumenti in base alle condizioni. Mentre MF Guide guiderà il trattore, MF Task Doc mapperà i dati dell’operazione trasferendo automaticamente le informazioni attraverso la telemetria MF Connect. Allo stesso tempo, questo sistema di rilevamento a bordo potrà essere impiegato per regolare altri parametri e impostazioni del trattore, dal miglioramento del controllo dello sforzo fino all’adattamento automatico della sospensione della cabina o del sedile.

Partnership con Trelleborg

I partner di Massey Ferguson, come per esempio Trelleborg, condividono questa visione, permettendo all’MF Next di offrire il prossimo livello di trazione e di conservazione del suolo.

Paolo Pompei

«Con riferimento all’MF Next, Trelleborg presenta la sua nuova generazione di specifiche, contribuendo alla sostenibilità dell’agricoltura con nuovi pneumatici carbon free e con il controllo del gonfiaggio che regola automaticamente la pressione per adattarsi alle mutevoli condizioni – ha spiegato Paolo Pompei, presidente di Trelleborg Wheel Systems –. Questo assicura un’ottima trazione degli pneumatici con il minimo impatto sul suolo. Il sistema di Trelleborg CTIS+Inside è l’esempio perfetto della tecnologia connessa in tempo reale che rende la vita dei nostri clienti più facile, efficiente e sostenibile».

Gli operatori del trattore MF Next non utilizzeranno un volante, bensì due leve. La leva di sinistra permette di controllare la direzione, mentre quella di destra controlla la trasmissione, consentendo il cambio di velocità e l’inversione del senso di marcia. Consentirà inoltre l’uso dei distributori per controllare gli strumenti e tutte le altre funzioni del trattore attraverso un’evoluzione dell’attuale leva multifunzione e del Multipad. Sul campo, comunque, l’operatore avrà la possibilità di passare a un funzionamento totalmente autonomo. A tal fine, tre schermi permetteranno di regolare e monitorare tutte le funzioni del trattore e dell’attrezzatura, mentre la telemetria trasferirà tutti i dati di lavoro agli uffici dell’azienda agricola e ad altri partner autorizzati. Non ci saranno nemmeno specchietti laterali. Saranno sostituiti da due telecamere HD grandangolari, con visione notturna, le cui immagini saranno mostrate negli schermi all’interno della cabina.

Massimo comfort in cabina

Nonostante la sua capacità di lavorare in totale autonomia, gli operatori mantengono il controllo completo dell’MF Next, comodamente sistemati in una nuova ampia cabina a quattro montanti che offre massimo spazio, comfort e un’eccellente visibilità a 360° attraverso il parabrezza inclinato. Il rumore del motore è ridotto al minimo grazie a un’esclusiva installazione del motore che lascia uno spazio di 25 cm tra il cofano e la cabina, migliorando anche il raffreddamento. Il trattore offre inoltre il Next level di assistenza al cliente, attingendo al servizio di telemetria con connessione 100% MF Connect che da remoto connette le macchine con lo staff dell’assistenza presso il concessionario MF locale. Gli avvisi, segnalando potenziali problemi, consentono di effettuare la manutenzione preventiva per massimizzare i tempi di attività della macchina.

 

Massey Ferguson, ritorno al futuro - Ultima modifica: 2019-11-28T16:23:09+00:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome