Cnh Industrial, sostenibili e connessi

Da New Holland, Case IH e Steyr tecnologie all’avanguardia in occasione di Agritechnica 2019

Presenza in grande stile quella di Cnh Industrial in occasione di Agritechnica 2019. Tutti i brand del gruppo hanno, infatti, presentato al proprio stand le ultime tecnologie disponibili sul mercato, con uno sguardo al futuro. A sottolineare l’importanza di queste novità, la presenza del Ceo Hubertus Mühlhäuser alle conferenze stampa di tutti i marchi.

Hubertus Mühlhäuser

New Holland

Partiamo da New Holland. A parte l’annuncio dell’entrata in produzione del trattore a metano, due erano le novità più importanti presenti allo stand. La prima riguarda l’introduzione della trasmissione Dynamic Command nella serie T5. Si tratta di un trattore estremamente maneggevole che garantisce la massima produttività nelle aziende agricole miste e lattiero-casearie, in cui i lavori con il caricatore e il trasporto sono aspetti chiave delle operazioni quotidiane, così come l'utilizzo della presa di potenza per attività di falciatura, pressatura, lavorazione leggera e preparazione del terreno. Adesso, quindi, i clienti dei T5 potranno scegliere fra tre diverse trasmissioni: Electro Command, Auto Command e appunto Dynamic Command a doppia frizione. La trasmissione semi-powershift a otto stadi Dynamic Command 24x24 mette a disposizione all'interno delle tre gamme un ampio intervallo di rapporti, corrispondenti a quelli più frequentemente utilizzati quando si svolgono attività di lavoro o di trasporto. Questa funzione consente all'operatore di adattare con precisione la velocità del trattore al lavoro da svolgere, senza cambiare gamma, a vantaggio di una maggiore produttività. Le frizioni dedicate per la marcia avanti e la retromarcia assicurano inversioni di direzione controllate, anche su forti pendenze, mentre il cambio gamma è completamente robotizzato. Il T5 Dynamic Command è dotato del collaudato motore Nef a quattro cilindri da 4,5 litri sviluppato da Fpt Industrial, emissionato Stage V.

Il primo trattore a metano di serie prodotto da New Holland
New Holland T5.140 Dynamic Command

La seconda novità è rappresentata dalla nuova big baler 1290 High Density che produce balle con una densità fino al 22% superiore rispetto alle tradizionali presse per balle quadrate giganti. Con il nuovo pick-up MaxiSweep il prodotto viene alimentato a velocità più elevate, con conseguente incremento della capacità e delle prestazioni. Presenta inoltre il sistema di trasmissione SmartShift di concezione esclusiva, vincitore della medaglia d'argento Agritechnica, che permette un avvio graduale con conseguente maggiore comfort per l'operatore e protezione dai sovraccarichi per la trasmissione del trattore. Una serie di funzioni automatizzate, come il sistema IntelliCruise che regola automaticamente la velocità del trattore, incrementano la produttività e il comfort di utilizzo.

Case IH

Già detto delle novità in fatto di Magnum Afs Connect, restyling dei trattori Puma e nuove mietitrebbie Axial-Flow serie 150, in anteprima ad Hannover è stata presentata la versione in rosso della big baler appena descritta, ovvero la LB436 HD. Capace di formare balle con una densità superiore anche del 22% rispetto al modello LB434 XL (che produce balle dello stesso formato di 120x90 cm e rimane comunque disponibile nella gamma), la nuova LB436 HD crea balle di paglia dal peso medio di 500 kg con vari prodotti che vanno dall'orzo al frumento. Un pick-up a cinque barre da 2,35 m alimenta un sistema trinciante Rotor Cutter a 29 coltelli, mentre la compatibilità con lo standard Isobus di Classe 3 permette alla pressa di controllare le funzioni del trattore ad esempio la velocità di avanzamento. Come altre presse per balle quadrate giganti di Case IH, anche la LB436 HD è dotata del nuovo sistema di legatura TwinPro (LoopMaster in gergo New Holland). Questo sistema, una volta eseguito il primo nodo (standard), crea un secondo nodo (ad anello) che fornisce fino al 30% di resistenza in più, incrementando la produttività e consentendo di realizzare legature ottimali di balle di densità standard utilizzando spaghi più economici, oppure di legare balle ad alta densità con spaghi standard.

Nuova Axial Flow 7150

Steyr

In occasione di Agritechnica, il marchio austriaco, in collaborazione con la consociata Fpt Industrial, ha presentato per la prima volta uno studio di fattibilità completo sul futuro nella tecnologia dei trattori. Gli ingegneri austriaci hanno sviluppato lo Steyr Konzept, che offre un concetto di trattore ecologico, senza tuttavia rinunciare all'efficienza e alla funzionalità.

Il cuore del trattore è costituito da un motopropulsore ibrido elettrico modulare, composto da un motore a combustione interna, un generatore e diversi motori elettrici, che possono essere controllati individualmente e quindi fornire energia dove necessario. Per il trattore di nuova concezione, Steyr punta su un potente motore diesel Fpt a 4 cilindri. Nello Steyr Konzept, tutti i motori elettrici sono collegati in rete in modo tale che la potenza venga sempre impiegata laddove necessaria a seconda della situazione applicativa. Il sistema di propulsione eTorque, alimentato da una batteria centrale, fornisce ulteriore energia durante i picchi di potenza. Il risultato di questo sistema è un azionamento elettrico a variazione continua ad alta efficienza.

L'impianto idraulico del trattore e la presa di potenza sono azionati elettricamente; quest'ultima consente sia un numero di giri variabile sia la rotazione inversa. Le connessioni da 700 V e 48 V sono disponibili per gli accessori elettrificati. Un ulteriore vantaggio dei motori elettrici è la possibilità di recuperare e immagazzinare energia, per esempio in discesa. Inoltre, è possibile la ricarica alla presa di corrente. Nel funzionamento puramente elettrico, lo Steyr Konzept consente una guida a emissioni zero, sia in termini di emissioni di gas di scarico sia di inquinamento acustico. Che sia impiegato nel settore agricolo oppure per lavori comunali, il trattore può essere utilizzato senza problemi in aree sensibili dal punto di vista ambientale, come le aree urbane, in prossimità di aree residenziali e in stalle o serre. Infine, lo Steyr Konzept introduce anche nuove soluzioni per l’agricoltura di precisione. Un drone dotato di sensori per la vegetazione, che precede il trattore durante le operazioni sul campo, fornisce i dati in tempo reale. Per la prima volta, questo trattore di nuova concezione utilizza una sorta di ufficio dell'azienda agricola digitale che consente di gestire l'azienda agricola dal trattore e può essere comandato tramite un display integrato nel vetro laterale destro.

Fpt e Agxtend

F28 versione Diesel

A completamento dei marchi presenti ad Agritechnica, Cnh Industrial ha presentato altre importanti novità. Per quanto riguarda i motori, Fpt ha presentato tre novità, a partire dal nuovo multipower F28 disponibile nelle versioni Diesel e a Gas Naturale, che eroga una potenza massima di 55 kW a 2.300 giri/min e una coppia massima di 375 Nm a 1.400 giri/min. Sebbene abbia una cilindrata di soli 2,8 litri, il motore F28 offre le prestazioni di un tipico 3,4 litri in un formato compatto da 2,2 litri. Seconda novità è il motore a gas naturale N67, creato specificamente per soddisfare le esigenze dei veicoli off-road. Con una cilindrata di 6,7 litri e una configurazione a sei cilindri in linea, il nuovo motore offre prestazioni analoghe a quelle di un motore Diesel per le applicazioni agricole, con una potenza di 180 kW a 1.800 giri/min e una coppia di 1.035 Nm a 1.500 giri/min. Infine, Cursor X, l'innovativo e sostenibile concetto energetico 4.0 di Fpt Industrial sviluppato in collaborazione con Cnh Industrial. Cursor X offre la propulsione delle macchine a gas naturale, idrogeno ed energia elettrica della batteria. A seconda dell'applicazione e delle esigenze del cliente, le fonti di energia possono essere utilizzate singolarmente o insieme come un ibrido.

Per quanto riguarda l’agricoltura di precisione, Cnh Industrial ha annunciato la presentazione completa della sua piattaforma per l’innovazione Agxtend, un nuovo modo per mettere a disposizione degli agricoltori le più recenti tecnologie di precisione. Dal lancio ufficiale di Agxtend, diverse start up innovative hanno firmato contratti per fornire a Cnh Industrial le proprie tecnologie, con particolare attenzione alla creazione di rapporti di partnership. In particolare, ad Hannover spiccava Isomax, una nuova soluzione per le future applicazioni Isobus. È certificato Aef, universale e comprende tutti gli elementi, inclusi il connettore e l’Ecu. Isomax può essere gestito attraverso un qualsiasi terminale Isobus e come tale consente ai proprietari di vecchie attrezzature di equipaggiarle con la tecnologia e di collegarla al sistema Isobus del trattore. Dato che Isomax consente il riconoscimento automatico dell’attrezzatura e la funzione Isobus TC-Geo, non richiede che l’operatore inserisca i dati manualmente. Inoltre, fornisce la base per introdurre l’agricoltura di precisione. In sintesi, Isomax è un’opzione economica e attraente per piccole aziende che vogliono entrare nel mondo Isobus.

Cnh Industrial, sostenibili e connessi - Ultima modifica: 2019-11-28T15:08:36+01:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome