Ceat crede (e investe) nel settore agricolo

Il gruppo indiano Ceat Specialty Tyres ha presentato ad Agritechnica 2019 due nuovi pneumatici per trattori e macchine da raccolta

«Abbiamo fondato nel 2015 la Ceat Specialty Tyres B.V., una sussidiaria interamente controllata da Ceat Limited, appositamente per assistere al meglio la clientela europea. Nell’ottobre del 2017 abbiamo inaugurato a Ambarnath, in India, uno stabilimento all’avanguardia per la produzione di radiali destinati al settore agricolo e da allora abbiamo sviluppato 154 pneumatici radiali (in soli due anni) e oltre 350 pneumatici cinturati per i settori agricolo, minerario, edile, industriale e di movimentazione dei materiali».

Vijay Gambhire

Dalle parole di Vijay Gambhire, direttore generale di Ceat Specialty Tyres, emerge chiaramente l’obiettivo del gruppo indiano di crescere nel settore agricolo. La Ceat Specialty Tyres oggi genera un volume d’affari di circa 100 milioni di dollari (sugli 1,2 miliardi di dollari della Ceat Limited), di cui il 7-8% è rappresentato dall’agricoltura, in forte e rapida crescita. Il portfolio dei prodotti comprende categorie di pneumatici radiali e cinturati destinati ai settori agricolo, minerario, edile, industriale e di movimentazione dei materiali. Per quanto riguarda i radiali per il settore agricolo, i modelli presenti in gamma sono: Farmax R85/R80/R70 (per trattori medio-bassa potenza), Farmax R65 (per trattori medio-alta potenza), Farmax RC (per trattori per colture a file), Floatmax FT e Floatmax RT (flotation per macchine da raccolta e rimorchi) e Lift Pro (telescopici agroindustriali).

Progettati per attrezzature a potenze elevate, i radiali Ceat per il settore agricolo puntano su forza, durata e prestazioni in termini di costipamento ridotto (battistrada più ampio e maggiore volume interno), trazione elevata (minore angolare di collegamento sulla spalla) e tenuta di strada elevata (maggiore angolare di collegamento al centro e maggiore sovrapposizione delle scolpiture al centro).

Due novità

Torquemax IF AG Radial

A testimonianza dell’investimento nel settore agricolo, Ceat ha presentato ad Agritechnica 2019 due nuovi prodotti. Il primo si chiama Torquemax, per trattori di alta potenza, ed è caratterizzato da design con scolpiture a scalino (maggiore aderenza), spalla arrotondata (minore danneggiamento del suolo/delle colture), scolpiture a punta inclinata (minori vibrazioni a velocità elevate), inferiore angolare di collegamento sulla spalla (migliore trazione), scolpiture più forti e ampie (maggiore area di contatto per una maggiore durata) e battistrada più largo (compattamento ridotto).

 

Yieldmax AG Radial

La seconda novità si chiama Yieldmax ed è progettato per macchine da raccolta. Le sue caratteristiche principali sono un battistrada R-1 W (maggiore durata degli pneumatici), spalle forti e taglienti (maggiore aderenza e minore costipamento), duplice angolare di collegamento (maggiore trazione e migliore stabilità), spalle apertissime (migliore pulizia automatica), maggiore sovrapposizione delle scolpiture (migliori tenuta di strada e capacità di carico) e base angolare arrotondata (resistenza alle stoppie).

«Su tutti i prodotti radiali Ceat per il settore agricolo offriamo 7 anni di garanzia – ha concluso Gambhire – a copertura dei difetti di produzione e ai materiali».

 

Ceat crede (e investe) nel settore agricolo - Ultima modifica: 2019-12-02T15:41:24+00:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome