Alliance Agri Star II, quando la teoria incontra la pratica

Come è nato e come si è sviluppato l'ultimo prodotto del gruppo indiano ATG

La storia Alliance Agri Star II, il nuovo pneumatico appena lanciato, comincia a Agritechnica 2017: gli ingegneri Alliance Tire Group, dopo aver tratto ispirazione dalla fiera leader del settore agricolo, hanno dedicato quasi 24 mesi allo sviluppo di uno pneumatico per trattori in grado di soddisfare le esigenze moderne di questo segmento di mercato. Durante la prima fase di sviluppo è stata condotta una ricerca approfondita, che ha coinvolto numerose regioni geografiche, volta a individuare i requisiti principali di agricoltori e rivenditori di pneumatici. La ricerca ha evidenziato:
- buon rapporto qualità/prezzo,
- ottima durata per tutta la vita utile dello pneumatico,
- eccezionale resistenza,
- prestazioni al top anche nelle operazioni su strada,
- caratteristiche di frenata migliorate,
- eccellenti proprietà autopulenti.
Nella second fase, i prototipi in 3D dello pneumatico sono stati mostrati a gruppi selezionati di agricoltori e rivenditori per ricevere un feedback sul design e sulle caratteristiche costruttive del nuovo Agri Star II. In base ai loro suggerimenti sono state effettuate alcune modifiche, incluse spalle più ampie, speciale angolatura e profondità dei ramponi nonché numero ottimizzato di questi ultimi.

Componenti di alta qualità

Nel processo di sviluppo del nuovo prototipo sono stati utilizzati materiali e componenti di qualità eccezionale. Il PET, ovvero polietilene tereftalato, è il materiale di rinforzo di Agri  Star II. Il poliestere è stato scelto al posto del più diffuso nylon in quanto materiale particolarmente resistente per la carcassa e il tessuto delle cinture. Consente infatti agli pneumatici di ‘restare rotondi’ e di mantenere la loro forma anche dopo anni di utilizzo in condizioni gravose. Il materiale impedisce inoltre la deformazione temporanea del battistrada che può verificarsi con le carcasse in nylon durante il rimessaggio del trattore per la notte dopo operazioni particolarmente impegnative con conseguente accumulo di calore. Se lo pneumatico non si deforma qualsiasi siano le condizioni di utilizzo, le prestazioni su strada migliorano e la trazione è affidabile per tutta la durata utile.

Nei campi e su strada

Nell’agricoltura moderna, che si tratti di aziende agricole o contoterzisti, i trasferimenti su strada fanno sempre più spesso parte delle operazioni quotidiane. Gli ingegneri di Alliance hanno risposto alla sfida di adattare gli pneumatici per trattori a questa esigenza crescente all’insegna di un maggior comfort di guida, rumorosità e vibrazioni ridotte, velocità sostenuta, bassa usura nonché buone caratteristiche di sterzata e frenata – tutto questo oltre a fornire risultati eccellenti nei campi.
La parte centrale, dove i ramponi sono sovrapposti, presenta un volume della gomma maggiorato. La gomma aggiuntiva offre più rigidità e una minore usura sull’asfalto, migliorando al contempo l’esperienza di guida su strada. La classificazione di velocità D – 65 km/h – è un’altra caratteristica di serie sfruttata dagli ingegneri per migliorare la performance su strada dei trattori e l’esperienza di guida degli operatori. Le caratteristiche di questo pneumatico comprendono ottime proprietà autopulenti, importanti non solo durante le operazioni nei campi, ma anche nei trasferimenti per evitare di sporcare troppo le strade.

Il segreto della tecnologia Stratified Layer Technology (SLT)

Agri Star II presenta una serie di interessanti caratteristiche strutturali. Prima di tutto, la
tecnologia unica nel suo genere Stratified Layer Technology (SLT) sviluppata in esclusiva dagli ingegneri di Alliance Tire Group. La caratteristica straordinaria della tecnologia SLT è la capacità di conferire allo pneumatico una “seconda vita” dopo il 40% di usura iniziale, garantendo così una trazione perfetta anche nella seconda parte della vita utile dello pneumatico. Quando lo pneumatico è nuovo, la scolpitura fortemente elevata (NSD) dei ramponi offre una trazione ottimale. Dopo il 40% di usura, quando lo strato superiore dei ramponi è completamente usurato, entra in azione lo strato inferiore. In questa fase la geometria dei ramponi cambia e, grazie al profilo ad angolazione multipla dello strato
inferiore, i ramponi diventano più ampi e curvi. La riduzione dell’NSD è pienamente compensata da un’area di contatto più ampia del battistrada con il terreno: grazie all’angolazione multipla, i ramponi respingono con forza il fango, continuando a garantire una trazione perfetta. Il cambiamento nella geometria dei ramponi è uno dei segreti delle prestazioni e della durata eccezionali di Agri Star II.
E non finisce qui: i doppi listelli impediscono lo slittamento dei ramponi e fungono da parafango, migliorando ulteriormente le proprietà autopulenti. Grazie a caratteristiche quali il battistrada più ampio, i ramponi centrali sovrapposti, lo speciale apice smussato e il profilo liscio dei ramponi, Agri Star II diventa sinonimo di prestazioni d’eccellenza, stabilità dimensionale e massima durata.

Alliance Agri Star II, quando la teoria incontra la pratica - Ultima modifica: 2020-05-09T18:15:59+02:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome