Componentistica in vetrina all’Eima

Le principali novità di alcuni dei principali produttori di componenti presenti all'Eima di Bologna

La componentistica è da sempre uno dei fiori all'occhiello dell'Eima di Bologna. Tanti anche quest'anno gli espositori partecipanti alla kermesse bolognese che fanno parte di questo settore. Di 16 di loro abbiamo raccolto le principali novità che esporranno nel proprio stand e ve le presentiamo in rassegna.


1. Adr, manovrare easy manovrare smart

L’Easy Drive System è stato premiato come Novità Tecnica

Il gruppo di Uboldo (Va) sfrutta la manifestazione bolognese per presentare i risultati dei suoi più recenti progetti sviluppati a livello di sospensioni, freni e sistemi ausiliari

Presentato nel 2015, l’assale a corpo cavo “TeknoAx”, oggi “TeknoAx 2.0” in quanto giunto alla sua seconda generazione, fu lanciato da Adr quale primo tassello di una serie di innovazioni che nel tempo avrebbero rivoluzionato il comparto dei rimorchi agricoli, trasformando tali mezzi da semplici e passivi sistemi meccanici adibiti al trasporto di carichi più o meno importanti a macchine intelligenti e attive in grado di enfatizzare l’efficienza operativa delle aziende agricole.

Sistema di telegonfiaggio su assale sterzante

 

In occasione di Eima 2022 Adr ha voluto ribadire tali affermazioni mediante il lancio di una serie di novità che, nel loro insieme, molto elevano le prestazioni e la sicurezza d’uso dei rimorchi agricoli giocando contemporaneamente a favore della produttività. La Casa ha infatti rivisto la maggior parte delle sue sospensioni e dei suoi freni sia a livello meccanico e idraulico sia in termini funzionali, ambito quest’ultimo che ha visto l’esordio di nuovi sistemi ausiliari di controllo gestiti per via elettronica. Base comune a tutte le novità, come accennato, gli assali “TeknoAx 2.0” che, essendo cavi, sono in grado di far passare al loro interno eventuali tubazioni e cablaggi elettrici, possibilità già sfruttata da Adr per rendere gli assali monitorabili da remoto mediante una specifica app e per mettere a punto il sistema di telegonfiaggio degli pneumatici “Ptg”.

Ora un passo avanti verso una sempre più accentuata integrazione fra meccanica, idraulica ed elettronica arriva dal lancio di tre nuove soluzioni denominate “Dual Function”, “EasyDrive” e “SmartDrive” che, in singolo o in combinata, agevolano agli operatori finali le manovre in retro minimizzando anche i costi di produzione ai costruttori dei rimorchi.

Dual Function

Assale Dual Function SWB 150 4218E

“Dual Function” rappresenta la più recente evoluzione del sistema Adr “Dual Mode”, a suo tempo messo a punto per trasformare un assale autosterzante in comandato cambiando solo il cilindro di attuazione. Con “Dual Function” ora anche tale particolare resta fisso, nel senso che un assale sterzante che ne è provvisto può essere impiegato in sistemi autosterzanti con blocco al centro o in sistemi di sterzata comandata. Un solo assale che può svolgere due diverse funzioni quindi, con la seconda (la sterzatura comandata) che, abbinando “Dual Function” al sistema “EasyDrive”, può essere realizzata in maniera semplice, diretta ed economica in quanto presuppone, oltre che la dotazione di una centralina elettronica e di un display touch screen in cabina per selezionare le due modalità, la presenza di una piccola centralina idraulica che risponde al comando del trattore operante sul distributore flottante. Di fatto accade che, quando l’operatore procede in marcia avanti, l’assale sterzi in maniera autonoma seguendo le Leggi della Fisica, mentre quando lo stesso operatore deve affrontare delle manovre in retro può guidare il trattore con lo sterzo pilotando il rimorchio con il joystick per fargli seguire fedelmente le traiettorie impostate.

Smart Drive

Allo stesso risultato si perviene poi con il sistema “SmartDrive”, di tipo elettronico e avulso da gestioni manuali. In questo caso, oltre alla centralina idraulica, vengono inseriti sul rimorchio anche specifici sensori integrati nelle cerniere dell’assale per leggere l’angolazione delle ruote, nel timone per rilevarne la posizione rispetto al trattore e nei mozzi per conoscere la velocità di marcia del cantiere. Una centralina elabora poi il tutto comandando i cilindri di sterzo del sistema “Dual Function” in modo da far assumere alle ruote le angolazioni ottimali ai fini della manovra in essere. Si può quindi affermare che “SmartDrive” rappresenti la sterzata elettronica di Adr e, come tale, guardi ai rimorchi di maggior rilevanza in termini di portata, dimensioni e costi, mentre “EasyDrive”, premiato in Eima quale novità tecnica, rappresenti un approccio alla stessa funzione più semplice e meno costoso, quindi installabile su qualsiasi tipo di sottocarro.

Avanza il low maintenance

Sospensione “Alpha15” a cerniera centrale per portata massima di 15 tonnellate

A fianco dei sistemi “Dual Function”, EasyDrive” e “SmartDrive” Adr ha collocato altre novità, assolute o legate alla rivisitazione di prodotti già in gamma. Fra le seconde si colloca la sospensione “Kb” allestita con assali da 120 millimetri e nuovi freni da 340 millimetri di diametro per 160 di larghezza. Rispetto ai freni attualmente in gamma da 300x200 permette di gestire ruote di dimensioni maggiori e capacità frenanti identiche partendo da un diametro minimo di 17 pollici. Come tutte le sospensioni “Kb” la manutenzione è ridotta pressoché a zero, connotazione analoga quella proposta dalle sospensioni “Ka”, lanciate lo scorso anno.

Riviste e ribattezzate “Hydro Advanced”, anche le sospensioni idrauliche Adr “Hydro Key”, ora operanti grazie a un nuovo sistema di fissaggio del cilindro che agevola manutenzioni o sostituzioni. A loro si affiancano poi le sospensioni “Alpha15” a cerniera centrale realizzata mediante rotule sferiche elastiche e sintetiche. Avanza una portata massima di 15 tonnellate e permette all’assale di dar luogo a escursioni verticali di 250 millimetri e a oscillazioni trasversali di circa 12 gradi. Il gruppo è anche disponibile in versione “Alpha18” operante tramite rotule sferiche tradizionali e quindi soggette a ingrassaggi periodici, ma in grado di portare fino a 18 tonnellate.

Allo stand anche il nuovo freno semi-industriale “406Hp” da 406 millimetri di diametro e 120 millimetri di larghezza. È dotato di sistema autocentrante delle masse freni e trasla in campo agricolo le performance superiori dei freni industriali conservando la semplicità costruttiva di quelli agricoli.

Padiglione 20 Stand B13


2. Ama, poker di novità

Colonna sterzo modulare

Dalla colonna sterzo modulare al sedile Teknico G, l’azienda reggiana si presenta a Bologna ricca di prodotti innovativi

Ama si presenta all’Eima di Bologna con la consueta abbondanza di proposte, a partire dalla colonna sterzo modulare, ovvero una colonna multifunzione personalizzabile che offre un ampio range di settaggi e impostazioni. I moduli sono facilmente orientabili al fine di agevolare l’operatore durante il lavoro; per esempio, il modulo display può comodamente essere spostato da destra verso sinistra e viceversa (rispetto al volante) ed essere oltremodo inclinato, il tutto grazie alla leva superiore situata a metà della colonna centrale, azionabile da un pulsante dedicato. Il modulo comandi può essere regolato a piacimento verso l’alto, o verso il basso. Il volante stesso è dotato di regolazione telescopica. Alla base della colonna troviamo una leva inferiore che permette di inclinare la parte superiore della torretta di 5 gradi verso il parabrezza, e di 20 gradi verso l'operatore, grazie a un apposito pedale. L’obiettivo primario sul quale si è concentrata l’azienda reggiana è il comfort di guida che l’operatore otterrà grazie alle molteplici regolazioni implementate, permettendogli di svolgere l’attività con maggior concentrazione e in sicurezza.

Sistema Invehicle

Altra novità è Invehicle, un sistema innovativo in grado di raccogliere dati dalle trattrici e dagli attrezzi in tempo reale tramite due appositi kit e di trasmetterli alla piattaforma XFarm, permettendo all’operatore di consultarli comodamente da remoto. I due kit sono stati realizzati in collaborazione con XFarm, e vengono prodotti con componenti sviluppati in uno degli stabilimenti del gruppo AMA situato in provincia di Modena. Il Kit Veicolo è composto da un display 7” touch screen dotato di modem, Ram e cablaggi con Gps integrato. Il Kit Attrezzo prevede la centralina elettronica SmartEcu e i cablaggi. Le informazioni raccolte tramite il sistema Invehicle e trasmesse alla piattaforma XFARM vengono così elaborate al fine di ottenere validi consigli di azione che aiutano ad esempio a implementare l’irrigazione, la difesa, la fertilizzazione e molto altro.

Plancia Multifunzione MCD

Terzo prodotto da segnalare la nuova plancia multifunzione MCD si distingue per la sua flessibilità e modularità e si integra perfettamente in plance comando, gruppi sterzo e cruscotti. Ciascuno dei 4 pulsanti di cui è composta la tastiera è dotato di 3 LED RGB, regolabili in termini di intensità e colore. Lo strumento può essere installato sia verticalmente che orizzontalmente, dal momento che le icone poste al centro di ogni pulsante sono removibili e personalizzabili tramite un processo di stampa laser. Sulla nuova plancia multifunzione MCD è possibile montare 3 prodotti della gamma Ama Instruments:

- KeyCAN è un nuovo concetto di tastiera Canbus modulare che consente la personalizzazione del cruscotto e della plancia comandi;

- Smartview è uno strumento multifunzione dotato di display a colori, 5 indicatori a LED e 3 pulsanti, e permette di visualizzare tutti i dati del veicolo;

- LEDview è il modulo a LED pilotabile da linea Canbus, con icone personalizzabili, sviluppato con LED ad alta luminosità.

Sedile Teknico G

Infine, destinato al settore agricolo e a quello del movimento terra, il nuovo sedile Teknico G è stato studiato e creato per dare massimo comfort a lungo termine al conducente, grazie in particolare allo schienale ergonomico e ai materiali selezionati per l’imbottitura. Il telaio portante è realizzato in metallo per garantire resistenza nel tempo, e le forme dei cuscini e l’estetica delle plastiche forniscono al sedile un design sofisticato. Di serie, la prolunga della seduta e la tasca portadocumenti. È possibile customizzare il sedile con molteplici optional, come il supporto lombare, i braccioli regolabili, il termostato per cuscino seduta e molto altro ancora. Il sedile, inoltre, può essere abbinato a tutte le sospensioni meccaniche e pneumatiche, un ottimo compromesso per tenere sotto controllo le vibrazioni.

Padiglione 18 Stand B12


3. Arag per il precision farming

Le novità del gruppo reggiano mirano al miglioramento dell’agricoltura di precisione

 

Le novità Arag a Eima 2022 sono il frutto di una ricerca costante e uno sviluppo di prodotti che mira al miglioramento dell’agricoltura di precisione. Ottimizzazione delle lavorazioni, risparmio delle risorse e riduzione dell’impatto ambientale continuano a essere il focus di Arag.

Flowtron

Valvola Flowtron, premiata come Novità Tecnica

La valvola Flowtron, premiata come Novità Tecnica, è una valvola a solenoide, studiata per le applicazioni nel settore dell’irrorazione/diserbo e per la distribuzione dei fertilizzanti liquidi anche su seminatrici. Si tratta di una valvola che può essere gestita in modulazione a larghezza di impulsi (PWM), regolando la portata dell'ugello e mantenendo costanti la pressione e la dimensione delle gocce. Questo garantisce una perfetta distribuzione del prodotto. L'innovazione tecnologica riguarda la tenuta a doppio anello, che consente di avere una corsa del nucleo mobile ridotta, ovvero una portata alta, minimi assorbimenti di corrente e precisione di regolazione. La valvola può essere installata in tutti i portaugelli Arag, consentendo la gestione delle macchine con le più moderne tecnologie di distribuzione di fitofarmaci, come la tecnologia per il trattamento selettivo su culture arboree o a pieno campo.

Orion 3

Orion 3

Orion 3 è un flussometro progettato per la gestione dei sistemi di distribuzione del liquido su seminatrice. La tecnologia di misura a induzione elettromagnetica è quella risultata più efficace e affidabile per questo tipo di applicazioni. Tramite la porta CAN-Bus si possono collegare più flussometri e monitorare tutte le file di una seminatrice. Ogni Orion 3 può controllare una valvola per gestire la portata in uscita e questa caratteristica fa di Orion 3 uno dei sistemi più accurati per la semina di precisione.

Le connessioni a forchetta permettono un collegamento veloce, affidabile ed estremamente flessibile al circuito di distribuzione.

Valvole a sfera elettriche

Le serie 852 delle valvole a sfera elettriche Arag sono caratterizzate da versatilità di impiego e affidabilità, permettendo la gestione di alte portate unita a ridotte dimensioni di ingombro. La versione a 2 vie oggi disponibile ha un foro nominale di 20 mm, un motoriduttore dotato di un indicatore di posizione meccanico per facilitare la diagnostica, un connettore stagno integrato e una valvola di sfiato per evitare formazione di condensa. Sarà presto disponibile una versione a 3 vie. L’attacco a forchetta T3 permette di creare assemblati di ogni tipo, riducendo gli ingombri di sistema e il tempo di assemblaggio.

Valvole di regolazione massima pressione

Valvola 875

 

La Serie di valvole 875 con sensore di posizione è il top per la regolazione della pressione nel circuito, ideata per mantenere la pressione costante nei più moderni sistemi di gestione dell’irrorazione. Il sensore di posizione della valvola permette al computer di anticipare le scelte nella gestione del circuito, velocizzando i tempi di lavorazione e la performance.

 

 

Valvola Serie 873T

Valvola 873

La valvola di regolazione proporzionale Serie 873T in Can-Bus con sensore di posizione e funzione di chiusura totale è stata studiata appositamente per gestire i servizi ausiliari di una macchina da irrorazione/diserbo. Il controllo in Can-Bus abbinato al sensore di posizione permette un posizionamento del perno che determina la portata in uscita. Assemblando in linea più valvole di questo tipo, grazie alla posizione di chiusura totale, si riesce a controllare la distribuzione del liquido a tutti i servizi, rendendo possibili configurazioni che non possono essere ricreate tramite una normale valvola a sfera a più vie. Le dimensioni dei passaggi interni rendono questa valvola adatta a pompe ad alta portata.

 

Padiglione 37 Stand B35


4. Arvatec scommette sulla robotica

MoonDino

L’azienda milanese presenta a Bologna due robot per il diserbo, la semina e la sarchiatura

Arvatec si presenta a Eima con due stand per garantire un'ampia esposizione di tecnologia per l'agricoltura, dal pieno campo alla viticoltura, dall'automazione delle operazioni agricole alla gestione dei dati raccolti in campo. In particolare, quest’anno ci saranno due grandi novità nell’ambito della robotica applicata all’agricoltura.

Moondino

Moondino, costruito da ARVAtec in Italia su licenza di brevetto di Eco Process & Solutions, è un robot agricolo per il diserbo meccanico in risaia che lavora in piena autonomia, senza operatore a bordo, muovendosi su terreno sia asciutto, sia sommerso. È dotato di due pannelli fotovoltaici che alimentano i motori elettrici che equipaggiano il mezzo senza che sia previsto l’impiego di combustibili fossili! L’energia da fonte solare accumulata nelle batterie è sufficiente a garantire l’autonomia di lavoro anche in assenza di luce.

L’innovazione di Moondino consente la riduzione dell’inquinamento del suolo, l’azzeramento dei consumi di combustibili fossili, il contenimento nell’utilizzo dei fertilizzanti e di altre sostanze chimiche per le piante: Moondino si configura così come un macchinario innovativo ed ecologico.

Farmdroid FD20

Farmdroid D20

FarmDroid FD20 è un robot agricolo alimentato a energia solare che semina e sarchia in completa autonomia. È dotato di quattro pannelli solari per un’alimentazione totalmente indipendente, riducendo al minimo l'impatto ambientale e azzerando le emissioni di CO₂ e l’uso di agrofarmaci. FarmDroid FD20 integra la tecnologia Gps Rtk per semine a precisione elevata e successive sarchiature perfette. Regolabile per adattarsi a tantissime colture, monta strumenti per il diserbo per la lavorazione inter e anche intra fila. FarmDroid FD20 consente di eliminare i lavori ripetitivi, garantendo la continuità dello svolgimento delle operazioni colturali e quindi un'efficienza elevata. Lavora, infatti, in completa autonomia e in totale sicurezza, permettendo di ridurre i costi di manodopera e allargando le tradizionali finestre di lavoro. Inoltre, l’alimentazione a energia solare consente di raggiungere l’obiettivo di “zero emissioni” di CO₂ per un rispetto totale dell’ambiente.

Padiglione 29 Stand D14

Padiglione 37 Stand C30


5. Nuovo banco prova da Fad Assali

Il nuovo banco prova di Fad Assali

Concepito per ottemperare alla regolamentazione Mother Regulation

Concepito per ottemperare alla regolamentazione Mother Regulation, il nuovo banco prova di Fad Assali è in grado di provare tutti i freni ed è stato approvato dai principali enti certificatori, tra i quali Fakt e Tuv, enti certificatori per eccellenza nel panorama europeo. Oltre a collaudare nuovi freni e immettere sul mercato nuove tipologie, Fad Assali sarà in grado di collaudare freni esistenti per avere opportunità di ulteriori sviluppi in termini di performance frenanti o di provare diversi tipi di pneumatici.

All’Eima l’azienda bresciana presenta anche altre novità, come le targhette di identificazione di nuova generazione, con QR code che fornisce all’utente finale tutte quelle informazioni indispensabili per la vita dell’assale. Le informazioni sono capillari e forniscono al cliente anche la possibilità di ordinare il codice esatto del ricambio, per esempio, di particolari soggetti ad usura come le pastiglie dei freni o le calotte o anelli di tenuta.

Sistema elettronico di sterzatura

Altra novità è il sistema ES2 e ES2 Plus, sistema elettronico di sterzatura e autolivellamento che sarà presentato con un video in 3D e un telaio in movimento per mostrare in funzione le funzionalità del sistema.

Sospensione Apeiron

All’Eima sarà presente la nota sospensione ad aria Apeiron studiata per i rimorchi agricoli, che oggi sono tutti equipaggiati di sospensioni concepite per veicoli stradali e che non offrono la stabilità necessaria per operare nel campo

Freno a disco agricolo Fast Line

In fiera sarà esposto anche il freno a disco Fast Line per veicoli agricoli destinati al mercato dei contoterzisti. Un freno che offre le medesime caratteristiche dei freni a tamburo ma destinato più al trasporto stradale, anch’esso omologato grazie al nuovo banco freni Fad. Il freno a disco offre il vantaggio di essere più leggero e soprattutto di avere più velocità nella sostituzione delle parti soggette ad usura come le solette frenanti.

Assale con assistenza idraulica Hidrobase

Infine, l’assale con assistenza idraulica “Hidrobase”. Non un vero assale Motore, ma un assale agricolo per rimorchi trainati che all’occasione può diventare un assale motorizzato idraulicamente per permettere all’operatore di uscire da situazione difficili o pendenze molto elevate. È una soluzione ideale che combina la funzionalità di un assale motorizzato alla praticità di un assale folle dove la forza motore si disinnesca automaticamente quando non è più necessaria.

Padiglione 20 Stand B5


6. Fiorella Industrie, ricambi made in Italy

Le Grandi Teste Sterzo sono destinate anche a pale gommate che devono fare grandi sforzi

Tra le novità in evidenza le Grandi Teste Sterzo

Fiorella Industrie è una moderna e dinamica industria italiana specializzata nella produzione Made In Italy di testine sterzo, tiranti sterzo, snodi sospensioni, snodi assiali e altri componenti per lo sterzo e per la sospensione di trattori, macchine agricole, mietitrebbie, macchine da cantiere, veicoli off-highway.

Gli articoli prodotti della Fiorella Industrie sono presenti sul mercato del ricambio da oltre 30 anni. L’esperienza maturata in questi anni ha permesso di sviluppare prodotti con un livello di qualità sempre più alto, fino a raggiungere le forniture di primo equipaggiamento alle principali case costruttrici internazionali di macchine agricole e construction.

Esempio di gamma ricambi commercializzati da Fiorella Industrie

Fra le novità importanti che verranno presentate in occasione di Eima International, si segnalano l’ampliamento della gamma dei ricambi (oltre 3.500 articoli suddivisi in almeno 100 differenti marche di trattori, mietitrebbie, macchine da cantiere, veicoli off-highway) e la nuova fascia di prodotti “Grandi Teste Sterzo”. Fiorella Industrie, infatti, è molto attenta a tutte le evoluzioni e insieme ai principali costruttori al mondo di macchine, continua a sviluppare nuove soluzioni di alto profilo tecnologico. Le “Grandi Teste Sterzo” sono destinate a macchine di grandi dimensioni e pale gommate che devono fare grandi sforzi, risultato del miglior mix fra know-how e tecnologia.

 

 

Padiglione 18 Stand C3


7. Grazioli Agri, componenti al passo coi tempi

L’azienda bresciana da 60 anni aggiorna costantemente la sua produzione

Il mercato della componentistica agricola si evolve ogni giorno. Il potenziamento tecnologico dei trattori richiede ai componenti inseriti continua flessibilità ed evoluzione. Per Grazioli Agri, la flessibilità si identifica nella valutazione delle necessità della singola macchina. Di conseguenza, la produzione del componente è peculiare e personalizzata alla sua applicazione. Prodotti come gli spandiletame sono modulabili e personalizzabili, possono essere configurati a spirale, oltre che disposti sull’asse orizzontale o verticale della macchina agricola, ad avanzamento meccanico o idraulico. Le caratteristiche richieste sono dettate da fattori quali la dimensione del carro su cui va montato, la forza del trattore, l’utilizzo finale, il materiale da spandere e l’area di lavoro.

L’esperienza sessantennale ha permesso a Grazioli Agri di ottimizzare componentistica e materiali nel corso del tempo. Ogni feedback proveniente da chi opera attivamente ogni giorno nel settore è prezioso, perché fornisce informazioni necessarie a implementare accorgimenti tecnici più specifici. L’obiettivo è rendere il lavoro meno affaticante per l’operatore e più produttivo per l’azienda agricola.

Padiglione 18 Stand C18


8. Kramp, non solo agricoltura

Lo slogan di Kramp per Eima 2022

Novità anche per il giardinaggio e i servizi

 

I rivenditori Kramp e agricoltori e contoterzisti che visiteranno lo stand Kramp potranno vedere e toccare con mano tutte le novità in termini di assortimento e servizi. Di recente introduzione all’interno dell’assortimento Kramp vi è sicuramente la gamma di oltre 3.900 ricambi tecnici Vapormatic, marchio inglese di proprietà John Deere che fornisce parti non originali dei marchi di trattori più comuni.  

Non solo agricoltura. Anche per l’assortimento di giardinaggio c’è una novità: Kramp Italia è stata anche selezionata come distributore autorizzato Briggs & Stratton e a partire da ottobre 2022 tutti i clienti Kramp hanno accesso a tutti i prodotti del marchio americano, principalmente oli e motori. Infine, per la parte prodotti, parte dello stand sarà dedicata ai sedili Grammer, marchio con il quale Kramp collabora da 15 anni.  

Eddie Perdok, amministratore delegato di Kramp

Per quanto riguarda i servizi che saranno presentati in fiera, saranno esposte due soluzioni per l’officina: il pacchetto oleodinamico e il KrampWorkshopSolution (KWS). La prima consiste di un kit per la creazione in autonomia di tubi oleodinamici, mentre il secondo è un sistema di scaffali ed etichette che consente di migliorare l’organizzazione e l’efficienza del personale in officina, ridurre gli errori e di conseguenza dedicare il tempo risparmiato esclusivamente alle riparazioni.  

 

Kramp App ha ricevuto il premio Segnalazione

Una parte sarà infine dedicata alla premiata Kramp App, che ha ricevuto il premio “Segnalazione” proprio per l’edizione Eima di quest’anno. Grazie alla app, lanciata nel 2019 e regolarmente migliorata tramite feedback degli utilizzatori, i clienti Kramp sono in grado di cercare ed ordinare tutto l’assortimento 24 ore su 24 ovunque si trovino, in campo, in azienda o in officina. Uno strumento fondamentale a supporto delle regolari attività dei clienti.  

 

Padiglione 18 Stand B55


9. Mintor, produzioni standard e su misura

Indicatore TLA/F

All’Eima presentati un indicatore di livello e un tappo in ottone

Mintor: dal 1962 un’azienda all’avanguardia nel campo della produzione di tappi e indicatori di livello metallici con una vasta gamma di possibilità di applicazione nei vari settori della meccanica ed oleodinamica. A una vasta gamma di articoli standard si affianca la disponibilità a produzioni studiate su misura per esigenze particolari. I prodotti sono fabbricati in Italia con materiali adatti e di qualità, completamente lavorati e torniti con cicli automa­tizzati e sottoposti a severi controlli. Questo permette maggior garanzia di tenuta, maggior resistenza all’usura nel tempo e, quindi, risultati più vantaggiosi e convenienti per l’utilizzatore finale.

Due i prodotti da segnalare in occasione di Eima 2022. Il primo è il TLA/F, indicatore di livello a vista con testa poligonata, costruito in lega di alluminio non trattato, con specola trasparente in poliammide che non si altera alle alte e basse temperature. La temperatura di impiego infatti va da -20°C a +100°C, rendendolo un prodotto adatto alla maggior parte degli utilizzi. Inoltre, la testa poligonata consente di ottenere una corona con maggiore superficie di adesione alla lamatura del carter, assicurando una tenuta senza paragoni. Evitare il contatto con alcool, solventi, trieline e vernici sulla parte trasparente. La pressione massima consigliata di utilizzo è 5 bar, ed è disponibile su richiesta con trattamento di anodizzazione naturale, colorata o Eloxal.

Tappo TSSR

 

La seconda novità si chiama TSSR, tappo di sfiato in ottone con valvola interna con o-ring studiata e tarata a 0.15/0.30 bar. Si apre a intervalli, permette l’uscita delle pressioni interne provocate dalla turbolenza dei fluidi e non permette l’ingresso di corpi estranei. Viene fornito senza guarnizione esterna. La temperatura di esercizio è: +20 °C +100°C. È fornibile a richiesta anche con tarature diverse e in lega di alluminio.

 

Padiglione 18 Stand A10


10. Centralina innovativa da Scova Engineering

Gestisce motore, pompa e sistemi di filtraggio e post-trattamento degli scarichi prima dell’emissione in atmosfera

Con l’entrata in vigore del Regolamento Europeo 2016/1628, comunemente denominato Stage V, vengono definite le linee guida e i limiti delle emissioni dei gas dei motori diesel. Questo regolamento va a influire sulla progettazione delle NRMM (Macchine Mobili non stradali), categoria di cui fanno parte le motopompe e anche i gruppi elettrogeni destinati ad essere trasportati (es. noleggio). La normativa sulle emissioni Stage V, la più severa al mondo, è stata introdotta al fine di limitare gli effetti nocivi sulla salute delle emissioni allo scarico dei motori diesel.

Scova ha puntato sull’utilizzo dei nuovi motori a basse emissioni studiando e progettando una centralina innovativa per la gestione motore, pompa e dei sistemi di filtraggio e post-trattamento (ATS) degli scarichi prima dell’emissione in atmosfera. La Normativa viene rispettata attraverso l’installazione di motori e speciali filtri antiparticolato (DPF)che ottengano l’abbattimento delle emissioni. La differenza sostanziale per i nuovi motori Stage V è che i limiti relativi al PM sono stati ridotti di oltre il 40%, ma soprattutto è stata introdotta una metrica aggiuntiva, che testa le emissioni per quantità di particolato (PN). La misurazione del particolato all’interno delle emissioni diesel, e le norme attinenti, aggiungono un altro livello di complessità agli standard sulle emissioni Stage V e pongono maggiori sfide ai produttori che hanno progettato questi nuovi sistemi.

Questi aggiornamenti migliorano il sistema di post trattamento, offrendo ai clienti le motopompe più “verdi” mai prodotte, oltre a non avere pause operative, in quanto non è necessario fermare la macchina per la rigenerazione manuale, alla quale provvede l’ATS. Il sistema è stato progettato per tenere basso il consumo di carburante ed essere “sostenibile” e costruito pensando all’ambiente.

Padiglione 21 Stand A55


11. Spring Protezione, nel nome della sicurezza

Casco Multifilter 1001 con batteria al litio 870

In fiera la nuova batteria al litio 870 per il casco Multifilter 1001

Spring Protezione costruisce da oltre 40 anni caschi ventilati di protezione dell’operatore durante trattamenti antiparassitari, polveri tossiche, irrorazione, diserbo, ma anche verniciatura, sabbiatura e tutti i trattamenti che necessitano di una protezione da gas e polveri più o meno tossiche.

I caschi di Spring Protezione sono esportati in tutto il mondo e conferiscono all’operatore che li indossa il massimo comfort grazie a una ventilazione interna di aria filtrata, evitandone l’appannamento il tutto nella massima sicurezza come richiesto dalle normative vigenti. Naturalmente si cerca di aggiornarsi e garantire una sempre più confortevole portabilità, oltre che migliorare le performance in termini di flusso d’aria e autonomia della batteria ricaricabile, ecco perché all’Eima 2022 sarà presentata la nuova batteria al litio 870 da portare sulla parte frontale del pettorale in gomma del casco Multifilter 1001 a 2 velocità oppure in cintura nel modello Agrofilter 2001 o integrata nel nuovo gruppo elettrofiltrante 10000 anche a zainetto.

 

Il gruppo elettrofiltrante 10000 ha dimensioni, senza filtri, di 175 x 133 x 114 mm, per un peso, sempre senza filtri, di 750 g. L’autonomia con velocità massima è di 7,30 ore, che diventano 11 nel caso di velocità minima; il flusso d’aria con velocità massima è di 225 litri, con velocità minima di 184 litri.

La batteria ha un tempo di ricarica, quando completamente scarica, di 7 ore, per un peso di 370 g.

Padiglione 37 Stand C10


12. Stella is back

Immagine 3D della Cutting Unit Testa rossa Harvesting

In evidenza a Bologna il nuovo dente doppio Universale e l’Harvesting Cutting Unit Testa Rossa

Stella nasce 73 anni fa come produttore di lame e sistemi completi di taglio per mietitrebbia quando, come parte del gruppo siderurgico Falck di Milano, era primario fornitore di parti di taglio delle mietitrebbie Fiat- New Holland e di altre primarie società italiane ed europee dell’epoca. Negli anni Stella ha affiancato alla produzione originale moltissimi altri prodotti senza mai tralasciare il campo della mietitura.

Oggi l’azienda, fornitore di fiducia di moltissime aziende di grande qualità continua a essere attore principale nel settore fornendo componenti di taglio, tra le altre, a Laverda - Agco e a primarie grandi aziende internazionali della mietitura. Per questo motivo ad Eima 2022 a Bologna presenta le sue novità a completamento di una gamma Harvesting che ormai da produttore di componenti immette Stella nei sistemi completi “design for ready to mount” sulle principali testate grano, mais, riso e girasole.

Nuovo Dente doppio Stella Universale forgiato

La prima novità in anteprima è la presentazione al grande pubblico del nuovo dente doppio forgiato Stella Universale, già in fornitura a primarie società del mondo agri. Nato dopo anni di studio e di attento benchmark sul mercato e della concorrenza estera (tedesca in primis) e asiatica, il dente doppio Stella Universale forgiato è un prodotto completamente disegnato e prodotto in Italia con la migliore tecnica di forgiatura e acciai di alta qualità. Si tratta di un brevetto Stella le cui principali caratteristiche/vantaggi sono:

facilità di montaggio, guidabilità perfetta della barra di taglio, pulizia della testata dall’intasamento, 100% intercambiabilità, applicabilità su barre di taglio per la viticoltura e per uso forestale.

Seconda novità di Bologna a complemento della gamma, la nuova Cutting Unit Testa Rossa Harvesting. Si tratta di un progetto modulare sulle esigenze dei clienti costruttori di testate o per controterzisti e agricoltori che vogliano montare un sistema completo made in Italy e high performance intercambiabile anche sulle principali testate già in vendita. Tra i vantaggi la facilità di montaggio delle componenti, l’intercambiabilità con molte testate, il montaggio del nuovo dente doppio di cui sopra e la riduzione dei consumi e degli attriti derivanti dal taglio.

 

Ultime novità riguardano le nuove sezioni doppie e i trinciapaglia piegati per John Deere e le soluzioni per carri miscelatori con riporto al tungsteno con la nuova tecnologia Stella Hardface Plus Tungsten che garantisce un 40% in più di durata, oltre che lame per altre macchine agricole e da giardino.

Padiglione 18 Stand D4


13. TVZ e l’assale a sterzatura comandata SCS

Assale a sterzatura comandata SCS

Permette grandi angoli di sterzo e lo rende ideale per manovre in spazi molto ristretti

L’assale a sterzatura comandata SCS della bresciana TVZ Assali ha la caratteristica di avere la cerniera quasi in asse rispetto al corpo, soluzione che permette grandi angoli di sterzo e lo rende ideale per veicoli che devono fare manovre in spazi molto ristretti. È il caso, per esempio dei carri miscelatori, sui quali è usato come primo asse.

Il comando dello sterzo viene fatto azionando un cilindro a doppio effetto, che è integrato nella barra di sterzatura: questo permette di avere un corpo snello e libero da ingombri per facilitare l’integrazione dell’assale nel veicolo. Il cilindro di comando è solidale alla trave dell’assale tramite quattro viti M20 montate in serie, questo riduce la possibilità che il cilindro col tempo possa prendere gioco e muoversi. Il sistema di fissaggio permette inoltre di rimuovere tutta la barra di sterzo senza dover muovere le ruote e dover rifare la convergenza una volta ripristinata la barra.

Tre le caratteristiche tecniche più importanti da evidenziare:

  • portata del giunto sterzante fino a 11000 kg/assale a 40 km/h;
  • angolo di sterzo di 32°;
  • possibilità di montare freni meccanici e idraulici omologati Eu 2015/68.

Lo studio delle geometrie del giunto sterzante, unito all’utilizzo di materiali e componenti di qualità, ha permesso di realizzare un prodotto competitivo per quanto riguarda il rapporto tra la sua capacità di carico e il suo peso. L’intero processo produttivo, che va dalle maschere di posizionamento, passando per la saldatura robotizzata, fino all’assemblaggio su apposite linee permette altresì che Il prodotto finale risulti essere anche estremamente competitivo dal punto di vista del costo.

Padiglione 20 Stand B20


14. Vredestein aggiorna i rimorchi

Vredestein Endurion Trailer

In occasione dei 25 anni del Traxion il brand olandese propone l’Endurion Trailer e il Flotation Optimall

Come noto, oltre al comparto trattori, Vredestein è presente in altri tre segmenti: attrezzature e rimorchi (dove nel 1999 lanciò il Flotation Pro, il primo pneumatico radiale a essere introdotto sul mercato in questo comparto secondo Vredestein, cui si è aggiunto il Flotation Trac, oltre a Flotation+, AS+, AW eV61), agroindustria (debutto nel 2015 con il Traxion Versa e Versa Green, per terreni soffici, e l’Endurion, per i terreni duri) e infine le macchine da raccolta (con il Traxion Harvest, lanciato nel 2016).

Dall’introduzione del Traxion+ sono accadute molte cose e oggi i Traxion vengono scelti come pneumatici di primo equipaggiamento da molti costruttori. Nel settembre scorso Vredestein ha festeggiato i 25 anni di storia del Traxion aprendo le porte a stampa e clienti provenienti da tutta Europa presso lo stabilimento e il centro di ricerca e sviluppo di Enschede, in Olanda. E con l’occasione ha presentato 2 nuove serie di pneumatici per rimorchi.

Flotation Otpimall

ll nuovo Flotation Optimall sarà disponibile a partire dalla primavera 2023 in 7 misure:
VF 710/45 R 22.5 IMP TL 170D; VF 600/55 R 26.5 IMP TL 170D; VF 710/50 R 26.5 IMP TL 176D; VF 750/45 R 26.5 IMP TL 176D; VF 800/45 R 26.5 IMP TL 179D; VF 710/50 R 30.5 IMP TL 178D; VF 750/60 R 30.5 IMP TL 187D

Lo pneumatico Flotation Optimall presenta una struttura con cintura in acciaio a flessione molto elevata (VF) basata sulla collaudata tecnologia F+ di Vredestein. La carcassa flessibile ma resistente garantisce un'impronta ampia e uniformemente distribuita a basse pressioni di gonfiaggio, e una migliore conservazione del terreno. Come tutti gli pneumatici Vredestein con tecnologia F+, il Flotation Optimall è compatibile con il sistema di gonfiaggio centralizzato (Ctis - Central Tyre Inflation System). Nella zona del battistrada, i tasselli lisci e arrotondati e la conformazione avvolgente delle spalle preservano i terreni erbosi, specialmente durante le operazioni di fine campo. Il disegno direzionale del battistrada si distingue per gli esclusivi tasselli curvi non paralleli rivolti verso l'esterno. Questa forma, che caratterizza i noti Traxion, assicura eccellenti proprietà autopulenti su tutti i tipi di suolo, contribuendo a mantenere le strade pulite e sicure.

Endurion Trailer

Il nuovo Endurion Trailer sarà disponibile a partire da gennaio 2023 nelle seguenti misure più comuni: 560/60 R 22.5 IMP TL 165D; 600/55 R 26.5 IMP TL 169D; 650/55 R 26.5 IMP TL 173D; 600/60 R 30.5 IMP TL 173D

L'Endurion Trailer è caratterizzato da una struttura direzionale del battistrada con esclusivi blocchi curvi non paralleli che assicurano ottime proprietà autopulenti. Inoltre, l'elevata quantità di gomma nell'area di contatto centrale garantisce un elevato comfort di guida e una durata dello pneumatico davvero notevole. Infine, la presenza di una carcassa per impieghi gravosi, dotata di cintura in acciaio con anello rinforzato, garantisce grande solidità ed elevata stabilità durante i trasporti più pesanti.

Padiglione 19 Stand A4


15. xFarm, macchinari interconnessi per un’agricoltura più sostenibile

Dal 9 al 13 novembre la Tech Company presenta all’Eima le ultime novità di prodotto e le nuove partnership

xFarm Technologies, tech company che punta alla digitalizzazione del settore agroalimentare, è pronta per la 45° edizione di EIMA, che si terrà a Bologna dal 9 al 13 novembre. L’obiettivo è quello di presentare gli ultimi aggiornamenti di prodotto, annunciare nuove partnership oltre che incontrare operatori del settore, media, e visitatori della manifestazione con l’obiettivo di creare nuove sinergie.

Durante la manifestazione, xFarm Technologies presenterà le ultime opportunità offerte dello smart farming per quanto riguarda l’interconnessione della flotta agricola. Con gli ultimi aggiornamenti dell'app, è infatti possibile avere una gestione dei dati di macchinari e attrezzi ancora più precisa e completa. Oltre all’invio dei task ai macchinari, la registrazione automatica delle attività svolte dai mezzi e la manutenzione predittiva, la piattaforma offre all’agricoltore un'interfaccia con una visione unificata di tutti i principali macchinari a prescindere dal marchio, con la possibilità quindi di vedere cosa accade in azienda anche nel caso di grandi flotte e una ottimizzazione della visualizzazione della telemetria di tutti i mezzi.

Saranno inoltre svelate diverse novità anche per quanto riguarda la gestione agronomica. xFarm è infatti la prima piattaforma ad integrare i sistemi di irrigazione intelligenti per la gestione da remoto dei sistemi dell’irrigazione; in più, sarà presentato il Modulo Insetti che, grazie a un algoritmo di machine learning, permette un controllo da remoto dell’andamento delle catture di insetti, fornendo anche una previsione dello sviluppo della loro popolazione. Con questi strumenti, l'agricoltore può facilmente sapere, in tempo reale, qual è il momento migliore per intervenire in campo, ottimizzando di conseguenza sia le irrigazioni e che i trattamenti.

Padiglione 37 Stand B37


16. Yokohama, battistrada evoluti per trattori e rimorchi

YOHT porta all’Eima gli aggiornamenti per gli pneumatici Agri Star II e Agriflex 372 VF

In occasione di Eima Yokohama Off-Highway Tires (YOHT) presenterà soluzioni performanti in grado di far fronte alle sfide dell’agricoltura odierna. Questa fiera internazionale è un’importante occasione di scambio di esperienze pratiche e informazioni aggiornate sul portfolio di battistrada all’avanguardia quali Agri Star II e Agriflex 372 VF, dove vengono messe in luce non solo le prestazioni dei prodotti, ma anche il parere degli utenti finali e degli esperti del settore.

Con Alliance 590 per rimorchi e cisterne, il modello Alliance 585 per i sollevatori telescopici, le terne e i caricatori compatti, Galaxy EarthPro RC per i trattori e le irroratrici e Galaxy Flotstar per i rimorchi, saranno esposti in fiera altri quattro pneumatici ad alte prestazioni. Agri Star II sarà uno dei battistrada in mostra. La gamma di pneumatici consiste ora di ben 70 misure in totale per le serie 70 e 85. Agri Star II, “l’astro nascente dei campi” come lo definisce YOHT, offre caratteristiche superiori in termini di prestazioni, trazione prolungata, lunga durata e design, e quindi un ottimo rapporto qualità/prezzo. Agri Star II ha mietuto successi in tutta Europa e attualmente l’Italia rappresenta il mercato europeo con la più rapida crescita per questo pneumatico.

Con Alliance Agriflex 372 VF sarà presente in fiera un altro battistrada ad alte prestazioni per trattori e mietitrebbie. Uno studio svolto recentemente in Danimarca ha confermato che, grazie alla sua capacità di gestire lo stesso carico di uno pneumatico radiale standard ma con una pressione di gonfiaggio inferiore del 40%, questo pneumatico riduce la compattazione del suolo e consente di ottenere raccolti maggiori.

La protezione del suolo e la flottazione sono problematiche fondamentali per l’agricoltura moderna: per questo motivo saranno presenti a Eima anche lo pneumatico agro-industriale heavy duty Alliance 590 per trattori, cisterne e carri, e il Galaxy Flotstar con cinture in acciaio per rimorchi. L’ultimo arrivato nella gamma Galaxy di pneumatici

per uso agricolo ad alte prestazioni, il modello EarthPro RC, è stato appositamente sviluppato per le esigenze delle operazioni di irrigazione. Grazie alla scolpitura accentuata del battistrada e alla classificazione di velocità “D”, questo pneumatico offre un’ottima trazione e consente di raggiungere velocità elevate per una maggiore efficienza e produttività.

Non da ultimo, Alliance 585 è lo pneumatico che meglio rappresenta la vasta competenza di YOHT nel settore agricolo e edile dei sollevatori telescopici, delle terne e dei caricatori compatti.

Infine, da segnalare che ad agosto 2022 il nuovo stabilimento di YOHT a Visakhapatnam in India ha avviato la produzione. Lo stabilimento è stato costruito per ampliare la capacità produttiva di YOHT, un’azienda di Yokohama Rubber Group impegnata nella produzione e nella vendita di pneumatici fuoristrada (OHT), quali quelli utilizzati su attrezzi agricoli e altre attrezzature. Il nuovo stabilimento doveva originariamente essere operativo nei primi mesi del 2023. L’avvio anticipato consentirà a YOHT di reagire più rapidamente alla domanda globale in rapido aumento di pneumatici OHT.

Padiglione 16 Stand B1

 

 

Componentistica in vetrina all’Eima - Ultima modifica: 2022-11-03T10:28:51+01:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome