Nuova sede per la filiale italiana di Kubota

La nuova sede.
La Kubota Europe S.a.s. trasloca da Peschiera Borromeo a Segrate (Mi)

Kangei, ovverosia benvenuto. Non poteva essere diversa l’accoglienza dei concessionari di Kubota nel giorno dell’inaugurazione della nuova sede della filiale italiana in quel di Segrate (Mi). «Oggi si raggiunge un traguardo inseguito per lunghi anni – ha esordito Luca Romagnoli, direttore commerciale Divisione trattori di Kubota Europe s.a.s. – e festeggiamo questa nuova bella sede come punto di partenza per ricominciare il lavoro svolto in quella precedente. Kubota ha quindi dimostrato di mantenere la promessa di sedici anni fa, ovvero che non sarebbe mai uscita dal territorio italiano e che avrebbe investito su di noi».

La tradizionale cerimonia del sake.

«Nel 2017 abbiamo costituito un nuova società in Olanda (Kubota Holdings Europe) – ha aggiunto Kazunari Shimokawa presidente di Kubota Europe – che funge da coordinamento per tutte le attività della casa giapponese nel Vecchio Continente e realizza un fatturato di circa 1.400.000 euro per le divisioni trattori e movimento terra, di cui 620 milioni sono generati da Kubota Europe. Da quando (nel 2002) abbiamo fondato la nostra filiale italiana, abbiamo continuato a espandere il nostro business: negli ultimi cinque anni la divisione trattori è cresciuta del 60% e quella del movimento terra del 120%».

A dare ancora più lustro all’evento, gli interventi del console generale aggiunto del Giappone, Makoto Tominaga, originario di Osaka (sede di Kubota Corporation, ndr), e del geologo Mario Tozzi come ospite speciale.

La nuova sede di Segrate (Mb) si sviluppa su una superficie complessiva di 6.500 mq (3.900 coperti e 2.600 scoperti), con uno showroom di 300 mq, due aule per il training e un magazzino con officina (di 1.400 mq); comprende le due divisioni Trattori e Movimento Terra e ospita 19 dipendenti.

 

Qualche numero

Kubota dà lavoro a 38mila persone e nel 2016 ha investito 350 milioni di euro in ricerca e sviluppo, registrando qualcosa come 7.323 brevetti.

Ha prodotto 850mila motori, 155mila trattori e 57mila mietitrebbie, per non parlare dei km di tubi… il 45,2% dei prodotti è ecocertificato e nel 2015 Kubota è riuscita a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 5,9% per unità vendute.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome