Debutto per i 5700 SL di Massey Ferguson

Il brand in rosso di Agco sostituisce la Serie 5600 con 4 nuovi modelli

Massey Ferguson sfrutta la vetrina di Agritechnica 2015 per “rottamare” la Serie 5600 e sostituirla con la nuova 5700 SL. Costituita da 4 modelli, copre un segmento di potenza compreso tra 100 e 130 cavalli, erogati da un motore Agco Power Tier 4 Final. Il design rimane lo stesso, compresa l’elevata visibilità, e la manutenzione è ridotta ai minimi termini.

La serie 5700 SL si adatta molto bene a lavorare con caricatori o in spazi ristretti.
La serie 5700 SL si adatta molto bene a lavorare con caricatori o in spazi ristretti.

Il top di gamma, il 5713 da 130 cv, presenta un passo di 2,55 m e un peso di sole 4,8 t, per un ottimo rapporto peso/potenza che conferisce agilità al trattore. Massey Ferguson lo definisce un mix tra un trattore per aziende zootecniche e un trattore da pieno campo, quindi una tipologia, sempre secondo Massey Ferguson, non coperta da New Holland e John Deere.

Tornando al motore, si tratta di un Agco Power da 4,4 litri, quattro cilindri, che utilizza la tecnologia “All in One” con cui il sistema Scr e catalizzatore di ossidazione diesel (Doc) sono contenuti entrambi in un gruppo compatto che si ripone sotto il lato destro della cabina.

Lanciata due anni fa all’Eima, la serie MF4700 ad Hannover ha debuttato anche in versione cabinata, prodotta a Beauvais.
Lanciata due anni fa all’Eima, la serie MF4700 ad Hannover ha debuttato anche in versione cabinata, prodotta a Beauvais.

Questa soluzione ha permesso agli ingegneri Massey Ferguson di ridurre anche i consumi di carburante. Inoltre, un sistema di raffreddamento compatto garantisce un’ottima visibilità offerta dal cofano affusolato, dove prese d’aria appositamente progettate incanalano l’aria in entrata e in uscita intorno al motore per migliorare ulteriormente il raffreddamento.

Passando alla trasmissione, si può scegliere tra la Dyna-4 e la Dyna-6.

Entrambe sono dotate di funzione freno/folle e dell’opzione AutoDrive, che fornisce il cambio automatico da quattro o sei marce in lavoro sul campo, così come le gamme in trasporto.

Ampia anche la scelta degli impianti idraulici: di serie abbiamo un sistema a doppia pompa che fornisce 58 l/min ai distributori e ai sollevatori, con una pompa separata per tutti i servizi interni. Per coloro che necessitano di più flusso - per migliorare le prestazioni del caricatore - c’è anche il sistema da 100 l/min combinato. Infine, come terza possibilità c’è un sistema da 110 l/min a centro chiuso, con sensore di carico (Ccls).

La cabina è la stessa della serie MF 7700, con il cruscotto dotato di un nuovo display a colori (lo stesso usato nella gamma MF8700). Come optional si segnalano il sistema Speedsteer, che permette di variare il numero di rotazioni del volante necessarie per sterzare le ruote da finecorsa a finecorsa, la guida automatica Auto-Guide 3000, il sistema di telemetria Agcommand e l’assale anteriore sospeso, sviluppato e costruito da Massey Ferguson come parte integrante del design.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome