Il piano di Ceat per un’espansione sul mercato di pneumatici agricoli

Dyutiman Chattopadhyay
Il vicepresidente dei dipartimenti R&S e Tecnologie di CEAT Specialty, Dyutiman Chattopadhyay, delinea le strategie dell'azienda

Negli ultimi anni gli agricoltori hanno spesso sentito parlare di Ceat: a partire dalla formazione della sussidiaria Ceat Specialty Tyres Ltd nel 2015, l'azienda indiana mira a potenziare la propria immagine e a rafforzare la propria attività nel settore agricolo. La branca si specializza nella produzione di pneumatici per l'agricoltura e per macchinari destinati ad attività estrattive, movimento terra e costruzioni.
A cosa si prepara Ceat di Mumbai, fiore all'occhiello della RPG Enterprises con più di 15 milioni di pneumatici all’anno, in termini di sviluppo del prodotto per aumentare il rendimento degli agricoltori? Dyutiman Chattopadhyay, vicepresidente dei dipartimenti R&S e Tecnologie presso Ceat Specialty, delinea le strategie dell'azienda, che vanta un'esperienza di 95 anni nella produzione di pneumatici e una leadership lunga e consolidata nel mercato indiano.

 

Le novità in arrivo

Per quali ragioni CEAT Specialty ha deciso di entrare in tecnologie e categorie di nicchia e quali novità verranno apportate con l'introduzione dei nuovi prodotti?

«La necessità di potenziare la produttività agricola per gli stessi terreni coltivabili ha portato all'invenzione di nuove tecniche e macchinari agricoli. Gli ultimi in particolare sono diventati più grandi, più veloci e più efficienti, soprattutto grazie allo pneumatico – afferma Chattopadhyay –. Ceat Specialty sta sviluppando pneumatici per questo settore di nicchia, altamente tecnologizzato. I nostri punti di forza nella ricerca e sviluppo ci rendono certi della qualità e del prezzo competitivo del nostro prodotto in questo settore. A questo scopo prevediamo di aggiungere nuovi prodotti in queste categorie di nicchia premium. Questi includono pneumatici IF e VF per trattori e irroratrici, pneumatici per trattori a potenza elevata (230+ kW), radiali con cinghie d'acciaio per mietitrebbie, pneumatici di flottazione con cinghie d'acciaio ad alta velocità per asfalto e terreno, pneumatici con cinghie d'acciaio industriali e agroindustriali e pneumatici di grandi dimensioni per irroratrici che si adattino a cerchi di dimensioni fino a 54 pollici».

Come si completa la gamma di pneumatici agricoli diagonali?

«Dal momento che il settore agricolo predilige i radiali, il mercato degli pneumatici incrociati e diagonali continua a diminuire: i radiali infatti offrono una compattazione minore e una durata maggiore, che porta a una maggiore produttività. Ad ogni modo, ci sono dei settori, quali trattori a bassa potenza e altri mezzi, per cui gli agricoltori continuano a preferire i più convenienti pneumatici diagonali – afferma Chattopadhyay –. Ceat ha sempre offerto una gamma completa di diagonali per le ruote posteriori e anteriori dei trattori, per la flottazione e per il ramo agroindustriale. Tuttavia, ci sono state delle mancanze nella nostra offerta per mezzi agricoli e skid steer, a cui cercheremo di porre rimedio».

 

Ampia gamma di prodotti

Questo significa che CEAT sarà in grado di offrire prodotti per soddisfare le esigenze di qualsiasi agricoltore, dalla piccola azienda zootecnica alla grande azienda agricola? 

«Sì. Adesso Ceat è in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi agricoltore: dagli pneumatici per mezzi di piccole dimensioni ai trattori da 370 kW e altri macchinari più sofisticati. La geometria unica dei nostri rilievi, la costruzione e la composizione dei nostri prodotti garantiscono una maggiore trazione, tenuta su strada e a una minore compattazione del terreno rispetto alla concorrenza. Queste saranno le qualità non solo dei prodotti di gamma medio alta, ma anche dei prodotti base per trattori a bassa potenza».

Cosa differenzia gli pneumatici CEAT dagli altri presenti sul mercato?

«Ceat crede nell'importanza di offrire in ciascun settore i 'migliori prodotti della categoria' ai propri clienti. Il nostro esclusivo design basato sul CTR (CTR: bassa compattazione, alta trazione e alta tenuta su strada), conferisce agli pneumatici CEAT prestazioni superiori rispetto agli altri presenti sul mercato. Abbiamo un programma di sviluppo molto avanzato, in cui ogni nuovo prodotto viene sottoposto a test molto rigorosi. Ogni test è composto da diversi "stadi", che vanno dalla simulazione al computer tramite l'analisi degli elementi finiti al collaudo rigoroso di prototipi e pneumatici dimostrativi. Ciò garantisce la massima qualità dei prodotti lanciati sul mercato, in linea con il principio Ceat "la prima volta è quella buona"».  

La centralità del cliente

Cosa si intende per centralità del cliente e in che modo Ceat mette il cliente al centro dello sviluppo degli pneumatici?

«Per noi centralità del cliente significa compiacere i clienti con prodotti e servizi di massima qualità a un prezzo accessibile. Lo sviluppo di qualsiasi nuovo prodotto/categoria presso Ceat comincia con 'l'analisi della clientela'. I team di R&S e marketing effettuano analisi dettagliate per comprendere la 'voce del cliente', che è il primo passo nel processo di design del prodotto. Questa analisi è molto meticolosa e i requisiti fondamentali del cliente vengono incorporati durante la fase di progettazione».

In cosa si distingue la centralità del cliente di Ceat rispetto a quella di altri produttori?

«L'alto coinvolgimento dei clienti, l'educazione alla clientela, la rapida soluzione dei reclami e il continuo miglioramento dei prodotti sono solo alcuni degli elementi principali grazie ai quali conquistiamo la fiducia dei clienti».

Il piano di Ceat per un’espansione sul mercato di pneumatici agricoli - Ultima modifica: 2020-05-11T12:10:32+02:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome