Fendt Feldtag, è qui la festa

Fendt
L’edizione 2018 del Fendt Feldtag ha registrato circa 50mila presenze.
Secondo gli organizzatori, circa 50mila visitatori hanno partecipato all’edizione 2018 del grande evento in campo del brand tedesco di Agco

In una delle estati più calde nella storia della Germania, nella tradizionale cornice di Wadenbrunn (Bassa Franconia), su una superficie di oltre 90 ettari, si è svolta l’edizione 2018 del tradizionale appuntamento biennale Feldtag di Fendt. Circa 50mila i visitatori presenti, stando alle cifre fornite dagli organizzatori, che hanno dovuto aspettare quattro anni (anziché i tradizionali due) dall’ultima edizione, dal momento che la stagione “difficile” del 2016 (in particolare per la crisi del latte) aveva indotto a rimandare l’appuntamento.
Oltre 200 le macchine viste all’opera, grazie anche alla collaborazione di più di 50 aziende partner, con 6 aree tematiche principali (tecnologia trattori, raccolta foraggio, precisione nei trattamenti, agricoltura intelligente, potenza scaricata a terra e trebbiatura), nelle quali agricoltori e contoterzisti hanno potuto approfondire argomenti di loro particolare interesse.

Fendt
I nuovi MT Vario al centro dell’attenzione nelle presentazioni al pubblico.
Fendt
A Wadenbrunn Fendt ha presentato la nuova rotopressa a camera fissa Rotana 130 F (nella foto) e le imballatrici/fasciatrici combinate Rotana 130 F Combi e Rotana 160 V Combi.

Indipendentemente dagli aspetti tecnici ed economici su cui punta un evento di questa portata, da sottolineare anche il vero e proprio momento di aggregazione che il Fendt Feldtag rappresenta, per cui oltre alle macchine la giornata scorre all’insegna del cibo e del divertimento.

20mila trattori nel 2020
Con l’occasione il management di Fendt ha organizzato una conferenza stampa per aggiornare sull’andamento del mercato e del business del brand tedesco di Agco (tra le altre cose, la sera prima dell’evento era presente anche Bob Smith, vicepresidente senior e direttore generale Agco per la regione Europa e Medio Oriente).

 Fendt 67 tab«Il clima economico dell’industria europea delle macchine agricole è ancora buono – ha riferito Peter-Josef Paffen, direttore Fendt per la regione Eme (Europa e Medio Oriente) –. I risultati del Barometro Cema (Associazione Costruttori europei di macchine agricole) relativi ai primi sette mesi del 2018 confermano, infatti, la fase di espansione, ma la leggera flessione costante degli ultimi mesi potrebbe indicare che il momento di picco è stato raggiunto e ora tutto dipende dall’evoluzione effettiva dei prezzi di mercato e dei redditi degli agricoltori nei prossimi mesi.

Fendt
Per la prima volta al Fendt Feldtag sono state presentate le soluzioni Precision Planting (azienda americana che fa parte del gruppo Agco dal 2017) basate
su sensori e attuatori speciali
che garantiscono una precisa profondità
di semina in diverse condizioni.

Per quanto riguarda Agco, il fatturato è cresciuto del 20% nel primo semestre 2018 (+25% in Europa), mentre nel segmento trattori il principale mercato di Fendt continua a essere quello tedesco (circa un terzo della produzione annuale viene consegnato a clienti in Germania), dove nel primo semestre 2018 Fendt si è piazzato al primo posto con 3.050 immatricolazioni e una quota di mercato del 24,2%. Allargandoci all’Europa occidentale e centrale – ha proseguito Paffen – siamo lieti di osservare un ulteriore aumento delle quote di Fendt su mercati in crescita, per cui con l’8,6% nel 2017 abbiamo raggiunto un nuovo massimo storico e nel 2018 potremmo per la prima volta avvicinarci alla soglia del 9%. Da segnalare tre paesi in particolare espansione: Francia (abbiamo confermato la terza posizione, raggiunta per la prima volta nel 2017, con un aumento di volumi e di quote di mercato), Italia (ci sono buone opportunità di superare per la prima volta nella storia aziendale la quota delle 1.000 unità) e Polonia (la riorganizzazione della rete di vendita Fendt, che entro fine 2018 avrà una copertura capillare, sta mostrando risultati positivi).

Fendt
Con il suo volume di carico di 50 m3, il nuovo Tigo XR 90 sarà una via di mezzo tra i modelli già disponibili Tigo XR 75 (nella foto) e XR 100. In futuro la serie Tigo XR sarà ampliata con una macchina a tre assi.

Passando oltreoceano – ha spiegato ancora il direttore – in Nord America nel 2018 registreremo per la prima volta una vendita di oltre 800 trattori Fendt e Challenger (contro una media degli ultimi anni di ca. 400 unità), con un target di 2.000 trattori Fendt pianificato a medio termine. Inoltre, la mietitrebbia Agco Ideal verrà commercializzata solo con il marchio Fendt. Anche in Australia/Nuova Zelanda siamo riusciti a ottenere un deciso aumento dei volumi: dopo una media di 200–300 unità vendute in passato, nel 2017 abbiamo raggiunto una cifra di 427 trattori Fendt e per il 2018 puntiamo a 550 unità. In tutta la regione Apa (Asia-Pacifico e Africa), infine, prevediamo in futuro una vendita di circa 1.000 trattori Fendt.
Dopo l’ottimo 2017 – ha concluso Paffen – entro fine 2018 prevediamo una vendita di 16.800 trattori, pari a un aumento del 12%, perfettamente in linea con la Strategia Fendt 2020 che punta a 20.000 trattori nel 2020».

Novità di prodotto
Nonostante l’infornata recente di Agritechnica 2017, a Wadenbrunn Fendt ha presentato qualche nuova macchina, come ha spiegato Roland Schmidt, vicepresidente del Marketing, nel segmento della fienagione. Per esempio, le nuove falciatrici a dischi trainate Slicer TKC & TRC, con larghezza di lavoro di 3,0 m o 3,5 m e adattamento tridimensionale al terreno. La gamma dei ranghinatori è stata poi ampliata con l’aggiunta dei modelli Former 1502, Former 400 DN e Former 10065, mentre per gli ambienti alpini è ora disponibile il condizionatore Booster 285 DN, con pick-up da 1,82 m. Importanti aggiornamenti hanno riguardato i carri autocaricanti: dopo l’introduzione dei modelli combinati Tigo PR e XR nel 2017, che ora dispongono di un pickup ancora più largo, del dispositivo di affilatura coltelli FlexSharp e di una trasmissione ancora più potente, ora è disponibile un carro autocaricante anche per la classe media, ovvero i Tigo MS, MR e MR Profi. Infine, con Fendt Rotana si inaugura una nuova generazione di imballatrici fisse che sostituirà i modelli 1125 F, 2125 F e 2125 F Profi e completerà le presse a camera variabile 4160 V e 4180 V

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome