Manitou, primi nove mesi in calo

I ricavi del gruppo francese nel periodo gennaio-settembre 2020 si sono fermati a quota 1.599 milioni di euro, pari a un -28% sul pari data 2019
Come prevedibile, il 2020 con la sua pandemia di Covid-19 lascia il segno sui bilanci dei più grandi costruttori di macchine agricole. Non è esente da questo trend nemmeno il gruppo francese di Manitou che ha recentemente divulgato i risultati economici del terzo trimestre.
Michel Denis
«Nel terzo trimestre – ha dichiarato Michel Denis, Presidente e Amministratore Delegato – il gruppo ha avuto un livello di attività sostenuto che gli ha permesso di far fronte ad alcuni dei ritardi nelle consegne causati dal periodo di lockdown e di riprendere l'attività con inostri clienti. In questo contesto di ripresa, i ricavi del terzo trimestre 2020 sono stati inferiori del 10% rispetto al terzo trimestre 2019, mentre quelli del primo trimestre 2020 erano stati inferiori del 35% rispetto al pari data 2019.
Nei primi nove mesi dell'anno, i ricavi sono diminuiti del 28% rispetto al 2019, con una buona resilienza nella divisione Services &Solutions, in crescita nel terzo trimestre 2020. Questa ripresa si riflette anche nell'assunzione di ordini per il trimestre, che supera quella del terzo trimestre 2019. Questo slancio positivo è dovuto alla sostenuta attività delle reti europee e nordamericane, nonché auna leggera ripresa degli ordini da evadere alla fine del 2020 o all'inizio del 2021, consentendo al gruppo di terminare il trimestre con un portafoglio ordini superiore a quello di settembre 2019.
A livello operativo, ci concentriamo sulla vicinanza ai nostri clienti, sulla fluidità delle nostre attività industriali e sull'implementazione di nuove organizzazioni. Numerosi lanci di prodotti e servizi sono stati completati con successo, tra cui la commercializzazione di piattaforme di lavoro aeree 100% elettriche. Il nostro registro ordini ci permette di anticipare ricavi per circa 1,55 miliardi di europer il 2020 (rispetto al record di oltre 2 miliardi nel 2019, ndr) e un margine operativo tra il 3,5% e il 3,9% dei ricavi. Queste previsioni chiaramente non includono l'impatto di possibili nuove misure relative alla crisi sanitaria globale».

Divisione per segmento

Con un fatturato del terzo trimestre di 252 milioni di dollari, la Divisione Material Handling &Access (MHA) ha registrato un calo del -14% rispetto al terzo trimestre 2019 e del -33% nei primi 9mesi dell'anno.La divisione ha avuto un alto livello di attività industriale per quanto riguarda le macchine agricole eal di fuori dell'Europa.
La Divisione Attrezzature Compatte (CEP) ha generato vendite trimestrali pari a60 milioni di euro, in calo del -14% rispetto al terzo trimestre 2019 e in calo del -26% nei primi 9 mesi. Gli affari con le società di noleggio sono diminuiti in modo significativo rispetto al 2019, anche se alcune operazioni sono state riprese dalla fine dell'estate. La distribuzione tramite rivenditori è relativamente resiliente, in particolare negli Stati Uniti. Durante il trimestre, i team si sono concentrati sull'avvicinarsi ai clienti e sulla creazione delle nuove organizzazioni.
Con ricavi pari a 79 milioni di euro, la Divisione Servizi e Soluzioni (S&S) ha registrato un aumento dei ricavi del 7% rispetto al terzo trimestre 2019 e un calo del 3% nei primi 9mesi dell'anno. Questo ottimo trend è stato supportato dall'elevato utilizzo delle macchine dei nostri clienti e dallo sviluppo continuo dei servizi. La divisione S&S ha recuperato il livello di attività pre-confinamento.
Divisione ricavi per comparto (milioni di euro)
Q3 2019 Q3 2020 Var. % gen-set 2019 gen-set 2020 Var. %
MHA 293 252 -14% 1.122 749 -33%
CEP 69 60 -14% 248 183 -26%
S&S 74 79 7% 229 221 -3%
Totale 436 391 -10% 1.599 1153 -28%

NUOVO SITO WEB

Manitou sta lanciando una nuova versione del suo sito web, www.manitou.com, che è facile da usare e intuitivo.
Arnaud Boyer, VP of Marketing and Product Development, spiega le ragioni di questa versione completamente rivista.
«I nostri clienti sono sempre pinteressati a soluzioni complete che vanno oltre il semplice prodotto. Questo nuovo sito evidenzia chiaramente queste soluzioni, offrendo un'ampia scelta agli utenti Manitou al fine di aumentare le loro prestazioni ed efficienza durante il lavoro di gestione. Abbiamo quindi lavorato su una nuova architettura per rendere ogni visita un'esperienza cliente personalizzata su misura per ogni utente, che si tratti di un agricoltore, di un responsabile del sito o di uno specialista della logistica.
I team di marketing hanno completamente rivisto ogni pagina con un design moderno e innovativo che è in linea con il nostro posizionamento premium».
Dare priorità all'esperienza utente avvicinandosi al cliente è cche ha motivato i team durante la riprogettazione del sito Web. «Oggi la comunicazione digitale è una comunicazione personalizzata e localizzata – aggiunge Boyer –. Abbiamo creato pagine che affrontano questioni aziendali allineate il pstrettamente possibile con la realtà sul campo. Questo ci permette di evidenziare la soluzione che soddisfa le esigenze dell'utente».
Sono presenti immagini "pagina intera" per fornire un'esperienza totalmente "immersiva" in cui il visitatore sente davvero di essere nel suo ambiente di lavoro. Attraverso questo sito, il marchio sta anche cercando di aumentare la sua visibilità nei paesi in cui non è così noto, in particolare attraverso l'ottimizzazione dei motori di ricerca basata su contenuti web mirati e ottimizzati.
Manitou.com, attualmente disponibile in tre lingue e disponibile in molte altre in futuro, affronta la gestione, il sollevamento del personale e le esigenze di movimento terrestre indipendentemente dalla regione dell'utente.
Manitou, primi nove mesi in calo - Ultima modifica: 2020-11-06T16:47:22+01:00 da M&MA Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome