Berti Macchine Agricole compie 60 anni e rilancia

Inaugurato il nuovo stabilimento. La società veronese continua il percorso di crescita

Una corsa che non ha intenzione di fermarsi. Berti Macchine Agricole festeggia i 60 anni della propria attività e inaugura a Caldiero (Vr), sede storica della società, una nuova area produttiva e guarda con fiducia al futuro.
Un passo avanti notevole, frutto di un investimento complessivo di 20 milioni di euro (16,5 già impiegati, 3,5 stanziati per completare i lavori) che consentirà alla società, fra i leader italiani nella produzione di trince, di tracciare tutte le macchine in uscita, di rispondere agli ordini con maggiore celerità e di competere al meglio su un mercato sempre più internazionalizzato.

Filippo Berti

«Siamo cresciuti molto – sottolinea Filippo Berti, insieme alla sorella Alessandra al vertice della società – e contiamo di farlo ancora. Abbiamo voluto mantenere, seguendo le volontà di mio padre Mario, la produzione in Italia senza minimamente pensare a delocalizzare. La coesione aziendale è la nostra forza: un gruppo che anche nei momenti più complessi è rimasto unito ed è riuscito a produrre macchine di qualità e a garantire un servizio elevato».
Non è un caso che, dopo aver ottenuto le certificazioni Iso 9001 e 18001, Berti ha l’ambizione e la volontà di arrivare entro il 2020 alla certificazione ambientale 14001.
Oggi Berti, dopo 15 anni di crescita costante, fattura oltre 28 milioni di euro (60% all’estero e 40% sul mercato interno), ha 75 dipendenti (negli ultimi anni sono state assunte 18 persone) e 300 rivenditori.

Massimo Maiorano

«Con l’inaugurazione della nuova parte di stabilimento – rimarca il direttore commerciale Massimo Maiorano – abbiamo velocizzato i processi e contiamo di migliorare sensibilmente i tempi di consegna.

Dopo un momento difficile con attese per i clienti fino a due mesi, ci siamo stabilizzati attorno ai 40 giorni, ma l’obiettivo di breve periodo è quello di consegnare le nostre trince in una ventina di giorni».

L’investimento sullo stabilimento ha portato anche all’inserimento di tre nuovi magazzini verticali automatizzati per ricambi e componenti

Sempre sul fronte del miglioramento produttivo, l’investimento sullo stabilimento ha portato all’inserimento di tre nuovi magazzini verticali automatizzati per ricambi e componenti, a un impianto di verniciatura completamente rinnovato con 40 nuove postazioni e a un settore imballaggi anch’esso totalmente automatizzato.

«I primi mesi – conclude Maiorano – sono stati complessi ma ora possiamo dire che le nostre macchine sono tracciate in ogni passaggio. Cosa che permette un servizio al cliente davvero da rimarcare».

Quasi il 90% della produzione di Berti macchine agricole è rappresentato dalle trince, ma già dall’incontro di Caldiero traspare la volontà di creare nuovi prodotti, trince in primis ma anche altre attrezzature.

Berti Macchine Agricole compie 60 anni e rilancia - Ultima modifica: 2019-05-22T15:31:55+00:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome