AZIENDE E PRODOTTI

MaterMacc dall’Eima direttamente al Sima

Conclusa l’edizione Eima 2012, MaterMacc sarà nuovamente in fiera al Sima di Parigi.
E’ da poco terminata l’edizione n° 40 di Eima international 2012 tenutasi come di sovente presso il polo fieristico di Bologna. Un’edizione che ha registrato il massimo storico sia dal punto di vista dell’affluenza di pubblico che in termini di superficie espositiva con conseguente aumento anche degli espositori. L’agricoltura ancora una volta è il motore pulsante di un’economia dalla salute cagionevole. Matermacc lavora per l’agricoltura cercando di offrire prodotti performanti in un’ottica di riduzione dei costi di gestione e un esempio lo si poteva trovare proprio al padiglione 32, quello dove Matermacc ed Alpego esponevano i propri prodotti. L’impegno di due aziende che si uniscono sinergicamente per cercare di offrire ai propri clienti una gamma completa di prodotti, partendo dalla preparazione del terreno passando dalla semina fino a giungere alla fertilizzazione.
Due realtà italiane che condividono la stessa filosofia progettuale, l’impostazione qualitativa dei prodotti e la gestione attenta e disponibile verso la clientela. Uno stand unico per due marchi dai colori diversi che sono riusciti a sviluppare un prodotto cooperando insieme, apportando le proprie conoscenze ed esperienze fino ad arrivare alla costruzione di una seminatrice combinata, dove l’erpice rotante è prodotto da Alpego e la parte seminante costruita da Matermacc.Le novità proposte da Matermacc quest’anno sono: la seminatrice meccanica a righe per cereali, i rulli per la preparazione del terreno marchiati DALBO ed la seminatrice per monogerme con chiusura idraulica telescopica per le fasi di trasporto.

Si inserisce nella gamma delle seminatrici meccaniche a righe per cereali la nuova GRANO X per rispondere alle esigenze specifiche degli agricoltori, ha un elemento di semina ad assolcatore tipo “X” con molla per la regolazione ottimale del precarico. E’ pensata per terreni particolarmente sassosi dove l’interramento del seme è reso difficile adoperando gli assolcatori tradizionali, per questa ragione si è pensato di utilizzare un elemento simile ad un rampone.

É disponibile, inoltre la versione con carrello idraulico per la trasformazione da portata a trainata.


Seminatrice meccanica GRANO X di MaterMacc

Particolare dell'assolcatore a falcione montato sulla
seminatrice GRANO X

Una seminatrice che ha riscontrato l’interesse degli addetti ai lavori è stata la nuova MS8250 realizzata direttamente dal reparto R&D di Matermacc. Si tratta di un modello prototipo, ideato con un nuovo sistema a ripiegamento idraulico verticale per l’apertura e chiusura dei quattro elementi di semina più esterni, finalizzato ad agevolare le fasi di trasporto su strada. E’ una macchina rivolta al mercato europeo dove c’è l’esigenza di coprire medie estensioni in fase di lavoro, pur mantenendo snellezza e praticità durante gli spostamenti su strada. Si può configurare fino a 18 file con interfila massima a 50 cm oppure 12 file con distanza tra le file pari a 75 cm. L’elemento di semina è quello della SERIE 8000 a doppio disco, con distributore di semina MAGICSEM.


Seminatrice pneumatica di precisione MaterMacc serie MS 8250

Gran debutto per la seminatrice che ha compiuto il suo primo anno di vita, una nuova creatura nata dalla necessità di aumentare l’intensità dell’investimento di semina, che tradotto significa aumentare il numero di piante seminate per ettaro. I genitori si chiamano Matermacc e Deklab, la prima ha dato alla luce una seminatrice sperimentale a file binate alla quale Deklab ha insegnato a fare i primi passi, portandola nei campi prova per seminare. E’ stata impegnata in 200 località diverse in tutta Italia seminando un totale di 500 ettari, questi i suoi numeri per il primo anno di sperimentazione; tempo utile a testarne la qualità dei componenti ed il reale aumento produttivo della coltura seminata.


Seminatrice MaterMacc a file binate

Tradizionalmente in Italia si semina con investimenti colturali di 7 semi a metro quadro, utilizzando la semente Deklab e la seminatrice a file binate Matermacc si è raggiunta la quota di 10 semi a parità di superficie. Si è così giunti ad un incremento medio effettivo di produzione per ettaro pari al 8-10% con picchi fino al 18%, sia per la granella che nel trinciato. Il 2013 sarà ancora un anno di sviluppo e di affinamento del progetto, questo per proporre sul mercato un prodotto affidabile e testato garantendo realmente l’aumento della produzione utilizzando questa nuova tipologia di semina.

Un’altra novità presentata al salone di Bologna sono stati i rulli prodotti dalla Dal-Bo, prestigiosa azienda danese, dei quali Matermacc ne è l’importatore esclusivo per l’Italia. Dal-Bo A/S è una realtà industriale che produce principalmente attrezzatura per la lavorazione del terreno ed è inoltre leader mondiale per la costruzione di rulli compattatori, che oltre ad essere impiegati per le proprie attrezzature, vengono forniti anche a molte aziende concorrenti. Da aprile 2012 Matermacc è importatore esclusivo per l’Italia dei prodotti Dal-Bo.


Rullo DALBO serie 530

MaterMacc sarà presente in terra francese alla 75a edizione di SIMA 2013, importante appuntamento per le case costruttrici di attrezzature agricole. MaterMacc detiene una quota importante del mercato francese nel comparto delle seminatrici di precisione e per questa ragione vuole mantenere il contatto diretto con i suoi clienti, invitandoli a visitare lo stand 20 presso Hall 5A.

In questo appuntamento verrà presentata la nuova MS 8230 13 file, una seminatrice pneumatica di precisione per monogerme studiata principalmente per le valide ed esigenti richieste degli imprenditori agricoli francesi. Un’unica macchina avente ingombro in trasporto di 3,5 mt, che consente di seminare a 13 file con interfila variabile di 45/50cm oppure essere configurata a 9 file con interfila tra i 75 e gli 80 cm.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome