News dalle Imprese

Con AGRIEST Tech riparte l’attività di Udine e Gorizia Fiere

La rinnovata manifestazione è stata presentata oggi e prenderà il via dal 24 al 27 gennaio occupando tutti i padiglioni del quartiere fieristico udinese.

Meccanizzazione,
macchine per bioenergie, filiera produttiva agroalimentare, allevamento,
enologia: sono questi i macro settori espositivi della nuova versione di
AGRIEST che da questa sua 48^ edizione, e negli anni dispari, si specializzerà
con il Focus Tech diversificandosi dal Focus Land previsto per gli anni pari.

A presentare
Agriest Tech 2013 nella conferenza stampa odierna sono intervenuti il
Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa
De Marco
, l'Assessore regionale alle risorse rurali, agroalimentari e forestali Claudio Violino, il Direttore della
Federazione delle banche di Credito Cooperativo del F.V.G. Giorgio Minute e il Segretario Generale di Confcooperative
F.V.G. Nicola Galluà.

Con due padiglioni in più rispetto
all'edizione precedente, Agriest Tech si svolgerà da giovedì 24 a domenica 27
gennaio occupando tutti i padiglioni e le aree esterne del quartiere fieristico
udinese
: un dato che già di per sé apre positivamente il nuovo corso della
manifestazione alla quale prendono parte 250
espositori
. Il numero delle aziende partecipanti conferma quello del 2013,
ma il ritorno e il potenziamento del settore dedicato alla meccanizzazione si è
tradotto in una richiesta di maggiore spazio espositivo da parte di coloro che
rappresentano il focus di specializzazione di quest'anno.

Fondamentale e
importante presenza in Agriest, riconfermata anche quest'anno, è quella della
Regione F.V.G. che con la Direzione centrale delle risorse rurali,
agroalimentari e forestali e con l'ERSA farà del padiglione 1 una vera e
propria presentazione di tutto ciò che l'agricoltura è e rappresenta per il
nostro territorio. Al fianco della Fiera per questa storica e consolidata
manifestazione, non mancano sponsor di rilievo come la Federazione regionale
delle Banche di Credito Cooperativo e le Confcooperative del F.V.G.

Come sottolinea il Presidente De Marco ringraziando
l'Assessorato regionale all'agricoltura e l'UNACMA (gruppo aderente a ConfCommercio che
riunisce le principali aziende regionali del settore del commercio e della
distribuzione di macchine agricole e forestali) per la collaborazione che
ha portato alla sottoscrizione dell'accordo siglato nel settembre scorso e che
ha dato il via al “raddoppio” e alla specializzazione della rassegna agricola, «il percorso di rinnovamento di Agriest corre parallelo alla
nuova politica adottata dalla Fiera nell'ascoltare le esigenze delle imprese e
delle categorie e nel trasformarle in azioni concrete, in eventi e in format
sempre più specializzati, aderenti alla realtà, ma anche necessariamente attenti
alle proposte dei competitors sullo scenario fieristico nazionale. Con queste
due specializzazioni, Tech e Land - aggiunge De Marco - la Fiera punta ad
incrementare anche il numero e la qualità degli espositori.

Per la promozione di Agriest Focus Tech, oltre agli
strumenti classici della comunicazione e agli investimenti su testate nazionali
specializzate e sui giornali di categoria non solo locali, quest'anno è stata avviata un'azione di mailing che ha
raggiunto oltre 22mila aziende agricole profilate in Friuli Venezia Giulia e in
Veneto offrendo ai destinatari dello stampato promozionale l'opportunità di
ingresso gratuito per il Veneto e del 2x1 per gli imprenditori agricoli della
nostra regione».

Un plauso al “nuovo corso” di
Agriest è stato espresso dall'Assessore Violino: «l'alternarsi fra il Tech e il
Land rappresenta una doppia possibilità della manifestazione, una doppia
valenza che rispecchia e asseconda la nuova impostazione dell'agricoltura tra
innovazione e tradizione».

Giovedì 24 gennaio si partirà quindi con Agriest
Tech che offrirà una panoramica completa e aggiornata dell'offerta
nazionale e internazionale relativa alla meccanizzazione oltre ad un'ampia informazione sulle opportunità di
sviluppo dell'innovazione lungo la filiera produttiva agroalimentare. In
fiera anche le attrezzature per l'Enologia
e l'area riservata al settore dell'Allevamento con la presentazione
delle novità in fatto di attrezzature, impianti per la mungitura e mangimi.

Seppur
strutturata e orientata agli operatori, Agriest ha sempre avuto un'attenzione e
una naturale capacità di attrazione anche per i non addetti ai lavori, ossia
per un pubblico di “affezionati” e di “appassionati” della vita di campagna:
una connotazione che è sempre stata un punto di forza per Agriest e per tutto
il settore primario in quanto può contare su una “platea” molto più vasta,
fatta non solo di contadini e operatori
del settore, ma anche di famiglie, di giovani e di studenti che frequentano i
Dipartimenti di agraria, veterinaria, scienze degli alimenti dell'Università di
Udine che da sempre svolge un ruolo importante con contributi e approfondimenti
di alto valore aggiunto.

Oltre agli
incontri tecnici e di approfondimento, sono 11 i convegni in programma a
cominciare da quello inaugurale di giovedì 24 gennaio, alle ore 10.30,
organizzato dalla Regione dal titolo “Tipicamente Friulano. Tipicamente
Europeo. Il Programma di sviluppo Rurale in prospettiva tra innovazione,
produttività e sostenibilità”
al termine del quale (ore 12.30) si
inaugurerà la 48^ edizione di Agriest con il taglio del nastro e la visita ai
padiglioni. Come ha voluto lanciare oggi in conferenza stampa il Presidente di
Udine e Gorizia Fiere, a cominciare dalla prossima e imminente edizione di
Agriest, a ogni inaugurazione, accanto agli interventi istituzionali,
interverrà anche un imprenditore per dar
voce anche a chi concretamente e quotidianamente lavora nel settore di
riferimento della manifestazione inaugurata.

L'orario per visitare Agriest: 9.30 - 18.30

Programma convegni

Maggiori informazioni su www.agriest.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome