Fendt, mietitrebbie in primo piano

La casa di Marktoberdorf sviluppa ulteriormente i modelli della E-Series

Per essere in grado di offrire alle piccole e medie imprese agricole mietitrebbie potenti e altamente efficienti oggi e in futuro, Fendt ha deciso di continuare a ottimizzare le mietitrebbie 5225 E e 5185 E. Tale sviluppo include anche il moderno motore Agco, che soddisfa i più recenti standard di emissioni attraverso l’uso della tecnologia Scr. Nel caso della 5225 E si tratta di un potente motore a 6 cilindri Agco Power, Tier 4 finale, 7,4 litri cilindrata, sistema di iniezione ad alta pressione common rail e tecnologia a 4 valvole, che eroga una potenza massima di 218 CV. Nel caso della 5185E, invece, è un Agco Power da 4,0 litri, più piccolo, con 176 cv di potenza. Da segnalare, inoltre, il serbatoio per la granella e la coclea di scarico di colore grigio, come nelle mietitrebbie Fendt ad alta capacità.

Fendt ora offre ai propri clienti ranghinatori, spandi-voltafieno, falciatrici a tamburo e a disco.
Fendt ora offre ai propri clienti ranghinatori, spandi-voltafieno, falciatrici a tamburo e a disco.

Mietitrebbie a parte, Fendt ha deciso di ampliare il proprio portafoglio di prodotti e ora offre ai propri clienti ranghinatori, spandi-voltafieno, falciatrici a tamburo e a disco. Queste macchine per il foraggio vengono prodotte nella sede Agco di Feucht, in Baviera. A questo proposito si segnala il modello Former 12555 X, il primo ranghinatore con un’innovativa trasmissione elettrica integrata (ha un motore elettrico integrato direttamente sulla presa del ranghinatore). Questa macchina viene dopo il progetto del 2013 Fendt X-Concept, un trattore che, oltre ai collegamenti idraulici e alla Pto, presenta anche un collegamento a volt elevati. Sempre in tema di foraggio, Fendt ha rivisto la sua linea di presse per balle quadre Fendt e ha dotato i modelli 990, 1270, 1290 e 1290 XD di un nuovo gruppo di taglio ProCut, il quale presenta un rotore di taglio di nuova concezione e un cassetto portacoltelli facilmente accessibile. Queste caratteristiche rendono il lavoro con la pressa ancora più preciso, più veloce e altamente efficiente.

VarioGrip Pro e Vario Guide

In tema di trattori Fendt ha presentato un nuovo sistema per una regolazione più veloce della pressione degli pneumatici, chiamato VarioGrip Pro, che permette di aumentare la pressione degli pneumatici di 1 bar in soli 30 secondi, quando si passa dal lavoro sul campo alla guida su strada. Con questo nuovo sistema, Fendt risponde alle richieste dei clienti di tempi di riempimento più rapidi, in modo da risparmiare tempo e denaro. Il nuovo sistema è disponibile come opzione per il Fendt 900 Vario e per pneumatici di misura 710/75R42 ed è quindi ideale per tutte le aziende agricole e di contoterzi.

Le big baler 990, 1270, 1290 e 1290 XD di Fendt montano un nuovo gruppo di taglio ProCut.
Le big baler 990, 1270, 1290 e 1290 XD di Fendt montano un nuovo gruppo di taglio ProCut.
VarioGrip Pro permette di aumentare la pressione degli pneumatici di 1 bar in soli 30 secondi.
VarioGrip Pro permette di aumentare la pressione degli pneumatici di 1 bar in soli 30 secondi.

Inoltre, Fendt propone anche nuove funzionalità del Variotronic. Infatti, il sistema di guida di nuova generazione VarioGuide con due nuovi ricevitori offre una guida affidabile indipendentemente dalle circostanze locali. Inizialmente l’ulteriore sviluppo sarà destinato alle varianti PowerPlus e ProfiPlus, che saranno disponibili per le gamme di trattori Fendt 800 Vario, 900 Vario e 1000 Vario a partire dal 2016. Fendt ha inoltre ampliato il proprio sistema di comando Variotronic con nuove funzioni. Tra questi, il “Variable Rate Control”, che può essere montata su tutti i trattori ProfiPlus (dalla serie Fendt 500 Vario alla serie Fendt 1000 Vario) con VarioGuide standard o versione superiore. Obbligatorio per Variable Rate Control è il sistema di documentazione proprietario Fendt VarioDoc, unitamente a un attrezzo compatibile Isobus con standard “TC-Geo”. Per poter utilizzare Variable Rate Control è necessario creare una mappa dell’applicazione basata sulle mappe di resa per una specifica area con il software di gestione del campo. Con l’ausilio del software di gestione del campo viene creato un processo in formato ISO-XML. La mappa dell’applicazione viene salvata unitamente ai dettagli del processo (ad esempio nome dell’area, azienda agricola ecc.) che viene trasferito al terminale Vario nel trattore per rete mobile o Bluetooth.

L’operatore richiama il processo nel menu VarioDoc Pro sul proprio terminale. Dopo aver avviato il processo in VarioDoc, l’area può essere guidata con il trattore e l’attrezzo per l’applicazione. A seconda della posizione del trattore, il terminale Vario trasferisce la percentuale di applicazione all’attrezzo e regola la percentuale di applicazione di conseguenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome