Kubota, serie M rinnovo completato

Aggiornata anche la gamma M5001

Dopo il successo dei modelli M8560 e M9960, venduti a oltre 5.800 agricoltori europei, Kubota Corporation ha presentato i nuovi trattori M5001 durante la European Agri Dealer Convention 2016, celebrata a fine ottobre in quel di Lille (Francia).

 

La nuova serie M5001 è equipaggiata con motore Kubota V3800 a quattro cilindri.
La nuova
serie M5001
è equipaggiata con motore Kubota V3800 a quattro cilindri.

La nuova gamma M5001, che sostituirà appunto i predecessori M8560 e M9960, completa il rinnovo della serie M (iniziato con i modelli M7001), equipaggiata con il motore Kubota V3800 a quattro cilindri, destinato a un range di potenze compreso tra 95 (M5091) e 113 CV (M5111). Il produttore giapponese è il primo costruttore che introduce un sistema Crs (Common Rail System) dotato di catalizzatore a urea (Scr), un sistema per il ricircolo dei gas di scarico raffreddato con acqua (Egr), un filtro antiparticolato (Dpf) e un catalizzatore di ossidazione diesel (Doc), con i quali è conforme alla Fase 4.

Semplicità, maneggevolezza e comfort

Nel progettare questo innovativo trattore, la società ha focalizzato l’attenzione su quattro aspetti fondamentali: facilità d’uso, versatilità, maneggevolezza e comfort nella guida. I nuovi M5001 permettono di realizzare qualsiasi attività: grazie al loro sistema retrofit Isobus (opzionale) e alle diverse soluzioni che offrono nell’ambito dell’agricoltura di precisione, è possibile utilizzare trattare, concimare e seminare in modo efficiente, economico e preciso.

Questo trattore è stato progettato per realizzare attività che richiedono maneggevolezza e massima efficienza in lavori con presa di forza. L’uso delle due memorie di giri motore programmabili, unite alla gestione elettronica di questo regime, fa in modo che la velocità di lavoro sia costante. La trasmissione Overdrive (40 Eco) a sei marce sincronizzate, con il sistema High-Lo (mezza marcia sotto carico), permette di cambiare marcia in modo diretto, facile e veloce. L’inversore elettroidraulico consente infine di invertire il senso di marcia in modo rapido e progressivo.

L’M95GX-III esposto all’Eima.
L’M95GX-III esposto all’Eima.

In tema di comfort Kubota ha progettato la Ultra Grand Cab II, una cabina ampia che permette di avere una visione di quasi 360º. Questa visione panoramica è aumentata dal tettuccio apribile, con parasole a scorrimento.  Tutto questo, assieme a un grande spazio interno e a un’elevata dotazione di serie, garantisce il massimo comfort e alti livelli di produttività. La cabina è inoltre dotata di luci potenti che permettono di realizzare lavori notturni.

Il trattore M5001 può essere attrezzato con la pala LA1854 progettata specificamente da Kubota per questo modello di trattore, il cui design si armonizza con il cofano e ottimizza la visibilità e la sicurezza.

In tema di sicurezza, le valvole anti-discesa permettono che la pala mantenga la propria posizione, anche nel caso in cui il sistema dovesse subire perdite di pressione. La pala anteriore è infine dotata di un sistema di ammortizzazione Ksr (Kubota Shockless Ride) che minimizza i movimenti bruschi nella cabina quando si lavora, ad esempio, su terreni irregolari o durante gli spostamenti su strada.

MGX III

Nella stessa occasione Kubota ha anche presentato i nuovi trattori MGX III, progettati per sostituire la famosa serie MGX II, che scende per la prima volta al di sotto dei 100 CV, aprendo nuove possibilità di mercato per il costruttore giapponese. La gamma MGX III è l’opzione ideale per gli agricoltori che cercano un motore ad alto rendimento e una grande maneggevolezza grazie alla soluzione Kubota BI-speed, un sollevatore potente e una elevata visibilità, di quasi 360º, dalla cabina, la maggiore nel proprio segmento sostiene Kubota. Con questo lancio Kubota amplia la gamma da quattro a cinque modelli di trattore (M95GX, M105GX, M115GX, M125GX e M135GX) per coprire l’intervallo compreso tra i 90 e i 140 CV.

Il cambio Powershift a 8 velocità garantisce una copertura perfetta della velocità di lavoro, evitando la perdita di potenza in numerose applicazioni. La gamma MGX III è caratterizzata inoltre da un potente propulsore a 4 cilindri Fase 4 dalla resa ottimale, che si presenta in due versioni: da 3,8 litri, per i modelli M95GX e M105GX, i trattori più compatti, con una distanza tra gli assi di 2,45 metri; e da 6,1 litri, per i modelli M115GX, M125GX e M135GX, i più potenti della serie, con una distanza tra gli assi di 2,69 metri.

Il sistema Kubota Farm Solutions (Kfs) in vetrina a Bologna.
Il sistema Kubota Farm Solutions (Kfs) in vetrina a Bologna.

La curva di coppia dei nuovi trattori MGX III è stata ottimizzata per garantire un 26% in più di efficienza rispetto alla gamma MGX II, contribuendo all’aumento della produttività e a ridurre il consumo di combustibile.

I trattori della gamma MGX III sono inoltre dotati di Intelli-Shift, un sistema intelligente di trasmissione Powershift che facilita il cambio della marcia premendo un pulsante o in modo automatico, permettendo di affrontare il lavoro su terreni difficili e in pendenza preoccupandosi solo di gestire il volante. Tutti i trattori della gamma MGX III sono 100% Isobus compatibili e presentano due nuovi caricatori anteriori, LA1955 e LA2255, che coprono tutte le applicazioni possibili.

A livello di comfort per l’operatore, anche nel caso di trattori di media potenza, la gamma MGX III introduce l’opzione del ponte anteriore sospeso in tutti i modelli.

All’interno della cabina tutti gli elementi importanti del pannello di controllo sono stati collocati in modo ergonomico, con un ridotto livello sonoro all’interno della cabina climatizzata. L’elevata trazione e la maneggevolezza della gamma permettono di muoversi in spazi stretti senza fare manovre o ampi giri. Questo è possibile grazie al brevettato sistema BI-speed che, partendo da un angolo di giro di 35º, aumenta automaticamente la velocità delle ruote anteriori.

Farm Solutions

Sempre in occasione della convention, Kubota ha infine presentato Farm Solutions, un nuovo concetto che va decisamente oltre quella che è la macchina tradizionale. Questo nuovo concetto comprenderà il portfolio attrezzatura e trattrice completo di Kubota: dalla tecnologia intelligente ai servizi personalizzati, i vantaggi offerti dal sistema Kubota Farm Solutions (Kfs) sono completati dall’impegno posto da Kubota nel miglioramento costante del supporto ai clienti.

 

Attrezzature orange anche in italia

Kubota_fotoBox1Dallo scorso anno Kubota e Kverneland Group hanno lanciato una gamma di attrezzature relazionata alla dimensione dei trattori Kubota in diversi mercati europei. In occasione dell’Eima 2016 è stata presentata una linea di attrezzatture per la fienagione e concimazione anche per il mercato italiano.

Dai Watanabe, amministratore delegato di Kverneland Group, ha annunciato che i team locali di Kverneland Group Italia e di Kubota Italia lavoreranno in stretta collaborazione per offrire una interessante gamma di attrezzatture in livrea arancione alla rete dei concessionari Kubota italiani. Attraverso la filiale di Kverneland Group i concessionari Kubota avranno accesso a un alto livello di esperienza e di competenza come specialisti nella vendita, prodotti, servizi, supporto di marketing secondo il modello di business già sviluppato in molti mercati europei. A seguito di questa prima fase, a partire dal 2018 dovrebbero essere introdotte sul mercato italiano con marchio Kubota anche altre attrezzature presenti nel portafoglio prodotti di Kverneland.

Va ricordato che Kverneland Group, acquisita da Kubota nel 2012 nell’ambito di una strategia di espansione di Kubota nel mercato globale della meccanizzazione in agricoltura, in particolare per l’Europa, continuerà la sua strategia di specialista in attrezzature con focus nei propri brand, nei rispettivi canali e reti distributive così come nelle importanti alleanze strategiche con altri partner dell’industria della meccanizzazione. Infine, Kubota e Kverneland Group vedono una grande potenzialità in sinergie operative e opportunità di crescita comuni che includono ulteriori espansioni in regioni al di fuori dell’Europa.

  

Mercato in crescita

In occasione della conferenza stampa di ottobre, Kubota ha anche riportato alcuni numeri relativamente alle prestazioni del gruppo. Dal 2010 al 2015, ha riferito il gruppo giapponese, il fatturato di Kubota è cresciuto in modo costante fino al livello record di 11,4 miliardi di euro, con un utile di 1,45 miliardi.  Nel 2015 ha prodotto 180mila trattori e solo in Europa ha generato un fatturato complessivo di 1,5 miliardi di euro. Numeri importanti anche a livello di motori: nel 2015 sono stati prodotti 860mila pezzi, di cui oltre 120mila per i clienti europei (+20% sul 2016). Anche gli investimenti sono ovviamente significativi: dal 2012 al 2016 la casa nipponica ha destinato alla ricerca e sviluppo più di 1 miliardo di dollari (350 milioni nel solo 2015). A livello di quote di mercato in Europa, nel segmento trattori il brand giapponese è salito dal 3% del 2013 al 5,1% del 2015, con previsioni di chiudere al 6% nel 2016. L’obiettivo è quello di arrivare al 10% entro il 2019.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome