MECCANIZZAZIONE

Agco premiata con il Transatlantic Award

Nella foto: Da sinistra Vittorio Terzi, Francesco Quaranta e Simone Crolla (consigliere delegato
AmCham Italy).

«È con sincero orgoglio che rappresento Agco Corporation
in questa serata – ha dichiarato Francesco Quaranta, ricevendo il premio nel corso del Transatlantic Award Gala Dinner tenutosi lunedì 26 novembre a Milano –.
Il prestigioso
riconoscimento che American Chamber of Commerce in Italy ha deciso di conferire
al nostro Gruppo testimonia la valenza del made in Italy e della tecnologia
italiana nel mondo, oltre che l’importanza delle relazioni tra Italia e Stati
Uniti. Grazie agli investimenti di Agco, si apre una nuova fase di sviluppo per
il sito di Breganze che, fra i più moderni ed efficienti impianti per la
produzione di macchine da raccolta in Europa, e unico in Italia, è stato
identificato come centro di eccellenza di Agco Corporation per la produzione di
mietitrebbie nella regione Eame».

Giunto alla sua settima edizione, anche quest’anno il Transatlantic
Award
ha premiato le aziende e le personalità
dell’imprenditoria, del management e della cultura che si sono distinte nel
favorire lo sviluppo delle relazioni tra Italia e Stati Uniti. In questo
contesto va appunto letta la motivazione per la quale il premio è stato conferito
ad Agco Corporation: “per aver completato l’acquisizione di Laverda di
Breganze, produttrice di mietitrebbie, per aver promosso il rilancio del brand
Laverda e per aver investito ulteriori 30 milioni di dollari sul sito
produttivo».

«È in effetti un momento molto importante
anche per Laverda, che nella stagione 2012-2013 celebra il suo 140°
anniversario con un rilancio in grande stile, sottolineato dal lancio di nuovi
prodotti e del nuovo marchio, evoluzione del precedente oltre che sintesi del
processo di rinnovamento. Un marchio graficamente semplice e di forte impatto
che esprime la solidità, il dinamismo e la forza propulsiva di Laverda», ha concluso Quaranta.

Le altre aziende italiane premiate sono state Graniti
Fiandre, Impregilo, Pastificio Rana e Sofidel, mentre le statunitensi sono state Dow e
Heinze. «Riunire più di quattrocento
persone in rappresentanza di oltre 30 tra le più grandi multinazionali è un
buon segnale di fiducia e ottimismo per il futuro della nostra economia –
è intervenuto Vittorio Terzi, presidente
di AmCham Italy –. I Transatlantic
Awards
sono divenuti importanti punti di riferimento per la business
community italiana e americana e testimoniano l’amicizia, la collaborazione e
la forte correlazione economica tra i due Paesi».

Fra i molti ospiti illustri, l’Ambasciatore degli
Stati Uniti in Italia David Thorne e
il Console Usa Kyle R. Scott hanno evidenziato
con la loro presenza l’importanza di questo evento che vede fra i suoi temi
centrali quello della “sostenibilità”,
dato il rilievo che tale concetto ricopre nel dibattito pubblico per la ricerca
di un equilibrio tra le esigenze della generazione attuale e i bisogni di
quelle future. Un focus che ben si sposa con la visione di Agco e di Laverda
per un’agricoltura sostenibile: fornire soluzioni e tecnologie all’avanguardia
a supporto dei professionisti che operano nel settore dell’agricoltura per
nutrire il mondo, nel pieno rispetto dell’ambiente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome