Saverne è sempre più Kuhn

Saverne
Inaugurato il polo logistico da 10mila metri quadrati. Ora tocca al centro spedizioni, che sarà rifatto assieme all’area di stoccaggio, per un investimento di 26 milioni di euro

Cresce ulteriormente il complesso di Saverne, sede storica di Kuhn. Il gruppo francese ha inaugurato, lo scorso 13 settembre, il nuovo centro logistico da 10mila metri quadrati, costato 20 milioni di euro. Si tratta, precisa Kuhn, di un servizio essenziale e che, nella nuova veste, consentirà di servire efficacemente i siti di produzione e assemblaggio, rispondendo alle moderne esigenze di prestazioni, reattività e flessibilità.

SaverneSaverne è da sempre il cuore di Kuhn. Qui, infatti, Joseph Kuhn avviò la sua officina di costruzione macchine agricole nel 1846, dopo aver lavorato per una ventina d’anni alla realizzazione di bilance. Da ormai 172 anni, dunque, questa cittadina a una ventina di chilometri da Strasburgo – e a poche decine dal confine con la Germania – ospita il polo produttivo di uno dei marchi più noti dell’agricoltura europea. Nel tempo, a esso si sono aggiunti altri undici stabilimenti e undici filiali di distribuzione, per un totale di cinquemila dipendenti nel mondo.
Il nucleo storico, tuttavia, è in costante crescita: nelle ultime settimane i vertici del gruppo hanno infatti annunciato la realizzazione di un nuovo edificio per le spedizioni, cui si abbina l’ampliamento delle superfici di stoccaggio. Il progetto riguarda nel complesso un’area di 2,6 ettari, per un costo complessivo di 23 milioni di euro, su una media totale di investimenti del gruppo di 35 milioni di euro l’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome