Cbm 50 anni di innovazione

L’azienda modenese festeggia il mezzo secolo di storia con uno stabilimento ampliato e ammodernato

Cinquant’anni e non sentirli. Cbm anche in momenti difficili non smette di investire e subito prima di festeggiare il suo 50esimo anniversario ha ampliato e ammodernato il proprio stabilimento modenese, che adesso si sviluppa su un’area di 24mila metri quadrati, di cui 11.200 coperti.

Cbm_copertina ITALe linee di lavorazione sono state innovate con macchine automatiche, speciali e robotizzate per aumentare la produttività e rendere il lavoro meno pesante. Un apposito locale, ricavato in un immobile di nuova costruzione, è stato destinato a “Showroom” e ospita i prodotti del gruppo – nuovi e del passato – a testimonianza degli sviluppi compiuti a Modena e negli stabilimenti collegati: Verona (Mita Oleodinamica, Italia), Delhi e Indore – Dewas (Mita India, India), Lublino (Cbm Polska, Polonia).

Ricordiamo, infine, i tanti prodotti del gruppo modenese: sollevatori idraulici ed elettronici, distributori componibili serie A/60 e valvole idrauliche, cilindri idraulici, gruppi di comando rinviato, attacchi a tre punti completi (vero e proprio marchio di fabbrica), stabilizzatori laterali automatici, ganci automatici inferiori e superiori, gruppi traino completi, drawbar, sistemi di traino a sfera, pick-up hitches, cabine, scalette, staffe attacco imbrigliamento, trasmissioni, complessivi medio-grandi di carpenteria per trattori e mietitrebbie.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome